LOKKIOdiRobertoTomatis
Tendenza

Degrado nella Via Julia Augusta Albenga-Alassio: una strada antica che merita più rispetto ( video)

Della storica via consolare romana, questo è sicuramente uno dei tratti più interessanti dal punto di vista archeologico.

di Roberto Tomatis. Smottamenti della strada, vegetazione “selvaggia” divenuta pericolosa, muretti a secco franati: si può credere che è lo stato in cui versa uno dei tratti più interessanti, dal punto di vista archeologico e panoramico tra Albenga e Alassio, ovvero la Via Julia Augusta?

È bene prima fare qualche piccolo cenno di storia, giusto per far comprendere l’importanza della storica via consolare romana, un museo a cielo aperto.

La Via Iulia Augusta fu costruita tra il 13-12 a.C. come collegamento tra Roma e la Gallia meridionale per volere dell’Imperatore Ottaviano Augusto. Fino ai primi dell’800, con l’inaugurazione dell’attuale via Aurelia, rimase la principale via di comunicazione di terra per attraversare il ponente ligure. Qui, in alcuni punti, possiamo vedere ancora parti del selciato originale. Lungo la strada antica, si affacciano i ruderi di numerosi edifici d’età romana imperiale, databili tra il I e il II sec. d.C. 

La Via Julia Augusta è meta di uscite didattiche per le scolaresche ed è tra le attrazioni turistiche del nostro territorio, per gli appassionati di storia e per gli sportivi che, proprio in quel percorso piuttosto semplice, poco scosceso e per la maggior parte pianeggiante, percorribile a piedi, anche con bambini, e in bicicletta, possono svolgere attività di trekking e mountain biking. Una ricchezza straordinaria in un sentiero lungo poco meno di 12 km.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.