Savona
Tendenza

Una spiaggia aperta ai cani, la richiesta dell’Osservatorio savonese animalista

L’Osservatorio Savonese Animalista (OSA), torna a chiedere all’Autorità Portuale ed al Comune di Savona la creazione di una spiaggia aperta ai cani, come già avviene da molti anni in diversi comuni della riviera; i volontari OSA ricordano di averla proposta più volte, negli anni passati quando dirigevano un’associazione animalista locale; ma a parte un unico evento durato solo una stagione, nel 2018 alla foce del Letimbro, più nulla è stato fatto e, per trovare una spiaggia libera aperta ai cani sulle spiagge dell’Autorità Portuale, si è dovuto attendere la coraggiosa iniziativa, seppur limitata nei tempi e negli spazi, attuata dai Comuni di Albissola Mare e Bergeggi.

OSA propone di riservare ai cani l’ultimo tratto di spiaggia ad est, sotto la fortezza del Priamar, con accesso dai giardini dei Prolungamento o, in alternativa, il tratto sotto il supermercato Mercatò, in via Nizza; ed i suoi volontari, che ricordano di essere stati gli artefici dell’ottenimento dell’autorizzazione nazionale a creare spiagge aperte ai cani e dei relativi progetti e regolamenti per centinaia di stabilimenti in tutta Italia, rimangono a disposizione per presentare la documentazione tecnica necessaria.

OSA ricorda che nel solo comune capoluogo sono registrati oltre 7.800 cani e che il turismo animalista è in crescita costante, come possono testimoniare i gestori delle spiagge dogfriendly a pagamento ed i comuni per quelle libere, già attivi in provincia; e l’afflusso dei cinofili dall’entroterra potrebbe portare un aiuto interessante all’economia cittadina.  

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.