Savona
Tendenza

Tutte le onorificenze consegnate dal prefetto di Savona

Medaglie d’onore alla memoria – schede biografiche

Giulio Avena, militare, classe 1891, arrestato dalle SS il 6 luglio 1944 insieme ai componenti della brigata partigiana “Pes” della divisione SAP (Squadra di azione patriottica) “Antonio Gramsci”- attiva contro i fascisti ed i nazisti nella zona costiera di Savona – non venne immediatamente fucilato nella fortezza del  Priamar come gli altri componenti della brigata, ma arrestato e deportato nel campo di Bolzano dove restò fino al 4 settembre quando, con il “Trasporto 81”,  venne trasferito nel campo di sterminio di Flossenburg.  Qui Giulio morì  il 18 dicembre 1944.

Giovanni MINCHIOTTI, militare, classe 1917, arruolatosi nella Guardia di Finanza, dopo aver frequentato la Scuola Allievi di Predazzo svolse i suoi primi anni di lavoro tra l’Alto Adige, il Trentino ed il Friuli Venezia Giulia; rifiutatosi di arrendersi ai tedeschi, nel settembre 1943, venne imprigionato nel carcere triestino del Coroneo dove rimase fino al 13 giugno 1944, quando venne deportato nel Campo di Dachau. Pochi giorni prima di essere ucciso, un maresciallo della Werhmacht, con il quale aveva stretto  un profondo rapporto umano, lo salvò aiutandolo a fuggire ed a nascondersi in una fattoria nella foresta; all’arrivo degli americani,  la famiglia di fattori che gli aveva dato riparo avvisò la Croce Rossa che, dopo avergli prestato le cure necessarie,  predispose il suo rientro in Italia,  avvenuto il 27 luglio 1945. Reintegrato nel Corpo della Guardia di Finanza, venne trasferito per motivi di salute in Liguria.

Maria PATRONE, civile, classe 1919, venne arrestata ad Osiglia dai fascisti della RSI il 1° agosto 1944 per aver prestato aiuto ai partigiani della zona; destinata dapprima al carcere del Melogno e successivamente a quello di Savona, dove venne brutalmente torturata, dopo una breve prigionia  a Genova nel carcere di Marassi venne trasferita, passando anche per il  Carcere di Milano, nel campo di Bolzano. Da qui,  nei primi giorni di ottobre venne deportata nel campo di Dachau e poco dopo in quello di Ravensbruck, dove venne impiegata come manodopera schiava, in condizioni brutali, nella fabbrica della Siemens; liberata dall’Armata Rossa nel maggio del 1945, rientrò in Italia il 1° settembre  dello stesso anno.

Pietro Tronci, civile, classe 1924,  rifiutata la chiamata alle armi e  attivo nella resistenza savonese, nel 1943 venne catturato dai nazifascisti e deportato nel campo di lavoro di Kolberg, in Polonia, dove restò sino all’aprile del 1945; dopo la liberazione del campo grazie all’intervento dell’Armata Rossa, rientrò in Italia nel settembre del 1945.

Giovanni VITALIANO, militare, classe 1888,  diventato Vice Brigadiere del Corpo delle Guardie di P.S., prestò servizio presso gli uffici delle Questure di Savona e Forlì; impegnato attivamente nella Resistenza, il 30 maggio 1944 venne arrestato dalle SS e da militanti della RSI. Rinchiuso dapprima nel carcere di Savona e successivamente  in quello di Genova, dove rimase sino a luglio, venne trasferito nel campo di Bolzano  e  da qui deportato in quello di Flossenburg dove morì il 5 novembre 1944.              

 Il 25 febbraio 2022 gli è stata intitolata la” Palazzina  Nord” del complesso immobiliare che ospita la Questura di Savona.

OMRI – schede biografiche

GRANDE UFFICIALE Maurizio FERRECCHI

In considerazione del qualificato apporto personale ed imprenditoriale fornito a favore della comunità locale, nonché in relazione all’impegno profuso nel sociale.

Manager sin dall’inizio degli anni ’80, prima nell’azienda di famiglia e poi nell’ambito di una importante realtà produttiva del territorio, è sempre stato particolarmente sensibile al tema della salute ambientale, ha incoraggiato l’installazione di un parco fotovoltaico presso i due siti produttivi di Millesimo e Roccavignale e si è fatto promotore di iniziative destinate al mondo scolastico in tema di riciclo dei materiali nel pieno rispetto dell’habitat naturale.

Attivamente impegnato nel sociale, anche con importanti donazioni che ne attestano il grande spessore umano e civico, ha costantemente dimostrato vicinanza e sensibilità nei confronti delle maestranze, è intervenuto a sostegno di famiglie in difficoltà e ha recentemente riavviato un progetto aziendale che prevede l’assegnazione di un contributo ai ragazzi più meritevoli.

UFFICIALE Salvatore SALVO

In considerazione del costante e generoso impegno profuso a favore della comunità locale nelle delicate attività connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, dal suo insediamento in questa provincia il Col. Salvo ha riscosso stima ed apprezzamento unanime sia negli ambienti d’ufficio che nelle Istituzioni locali, con ciò contribuendo, tra l’altro, a rafforzare l’immagine del Corpo.

Nelle delicate attività connesse all’emergenza epidemiologica, il suo contributo si è rivelato particolarmente prezioso nel campo dei controlli volti a contrastare l’illecita commercializzazione di dispositivi di protezione individuale e di beni utili a fronteggiare l’emergenza, anche promuovendo la requisizione degli stessi laddove prevista, fornendo un contributo fondamentale per fronteggiare l’emergenza in atto.

UFFICIALE Giovanni PALMA

In considerazione dell’equilibrio nelle decisioni, della capacità di “fare squadra” con le altre Forze di Polizia e, più in generale, per l’efficacia e l’autorevolezza dell’azione di comando.

Già Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Savona, attualmente Ufficiale Responsabile dell’Ufficio Centrale Antifrode Mezzi di Pagamento presso il Ministero dell’Economia e Finanze di Roma, ha riscosso, per tutto il periodo di servizio effettuato in questo territorio, stima, considerazione ed unanime apprezzamento.

Nel difficile periodo della recente emergenza pandemica, il Col. Palma ha ulteriormente confermato le sue già note doti professionali ed umane, assicurando il significativo contributo del Corpo della Guardia di Finanza nel quadro dei controlli finalizzati a verificare la legittimazione delle imprese a proseguire l’attività produttiva durante il lockdown.

Impegnato anche nel campo del volontariato, oltre ad avere prestato assistenza alle popolazioni colpite dal sisma nella provincia dell’Aquila, svolge, altresì, mediante la Onlus Cattolica Toscana dei Padri Scolopi, attività di sostegno ad anziani e disabili.

UFFICIALE Salvatore MOTTOLA DI AMATO

In considerazione dell’impegno e del preziosissimo operato nel corso del delicato periodo dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del contagio da Covid-19.

Già in servizio presso la Prefettura di Savona con le funzioni di Viceprefetto Vicario, il Dott. Mottola ha, sin dal suo insediamento, riscosso stima e considerazione sia negli ambienti d’ufficio  che presso le Istituzioni locali.

Durante la fase pandemica, ha fornito un qualificatissimo contributo nell’esercizio delle competenze prefettizie, manifestando costantemente lodevole abnegazione, infaticabile impegno e spiccate doti professionali, e contribuendo fattivamente ai positivi risultati conseguiti nell’ambito della gestione dell’emergenza sanitaria.

In tale delicato contesto, si è particolarmente distinto nel corso della complessa vicenda del cluster che ha riguardato una nave da crociera, ormeggiata nel porto di Savona dal 21 marzo al 16 maggio 2020, con a bordo, oltre ai membri dell’equipaggio, più di 1.000 passeggeri.

Cavaliere Paolo PORRO

In considerazione dell’altissimo attaccamento al dovere, la dedizione e l’impeccabile condotta morale e disciplinare nell’espletamento del servizio.

Il Capitano di Fregata Paolo Porro, Ufficiale della Marina Militare, ha svolto un’apprezzata carriera anche in ambito interforze, ricoprendo, sempre con risultati encomiabili, svariati incarichi operativi in campo nazionale ed internazionale.

Dopo un lungo periodo di imbarco, è stato Vice Comandante di Battaglione e Comandante di Compagnia  presso il Centro Addestramento Reclute di La Spezia e, successivamente, ha ricoperto molteplici incarichi anche in ambito, NATO, dove ha collaborato con i Comandi Operativi, confermando gli elevati livelli di rendimento ed affidabilità già raggiunti.

Nel 2020, per il prezioso apporto fornito durante il periodo di emergenza sanitaria da Covid-19,  ha ricevuto un encomio a cura del Comandante delle Scuole della Marina.

Cavaliere Marco ANSELMO

In relazione alla professionalità e all’attaccamento al dovere dimostrati nonché per l’impegno volto alla salvaguardia della salute pubblica.

Già Direttore della Struttura Complessa Malattie Infettive dell’Ospedale San Paolo di Savona, attualmente in quiescenza, il Dott. Anselmo si è distinto, durante il recente periodo pandemico, impegnandosi, in prima linea e senza risparmio di energie, nella cura dei pazienti contagiati dal virus e dimostrando quotidianamente una straordinaria dedizione al lavoro.

Nel corso della sua carriera lavorativa è stato, altresì, membro permanente della Commissione regionale Malattie Infettive, docente nelle Scuole Secondarie Superiori nel programma di prevenzione e Lotta contro l’infezione da HIV, oltrechè, Professore a contratto della Disciplina di Malattie Infettive, presso l’Università di Genova.

Attivo anche nel volontariato, è anche stato Presidente e Vice Presidente, di “ASCA” – Associazione “Savona nel cuore dell’Africa”, sodalizio che, grazie al fattivo impegno di professionisti del mondo educativo e di quello sanitario, si propone di migliorare l’accessibilità ai servizi sanitari nei Paesi africani.

Cavaliere Franco COPPI

In considerazione della professionalità e dell’attaccamento al dovere dimostrati nonchè per l’encomiabile impegno volto alla salvaguardia della salute pubblica.

Attualmente in quiescenza, ha svolto, per oltre 30 anni, l’attività di medico condotto con zelo ed altruismo, riscuotendo unanime apprezzamento per lo spiccato senso del dovere, la dedizione alla professione e l’equilibrio, tutte doti supportate da una non comune sensibilità e da un ragguardevole bagaglio esperienziale, maturato nei tanti anni di servizio.

Impegnato anche nella vita politica, è stato Sindaco e Consigliere del Comune di Calizzano.

Il Dott. Coppi si è, altresì, distinto nel volontariato e nell’impegno civico, rivestendo il ruolo di direttore sanitario della Casa di Riposo “Suarez” e della Pubblica Assistenza Croce Azzurra.

Cavaliere Alfredino GALLIZIA

In relazione all’impegno civico ed allo spiccato spirito di servizio.

Docente di lingua e civiltà inglese presso il Liceo Statale “Giordano Bruno” di Albenga, si dedica, da sempre e senza risparmio, all’insegnamento che identifica nella sua accezione più nobile quale autentica missione sociale, valorizzando la trasmissione della cultura e del sapere agli studenti, per i quali rappresenta un modello e un sicuro punto di riferimento.

Attivo anche in ambito politico e socio-culturale, ha ricoperto la carica di Sindaco e Vice sindaco del Comune di Arnasco, riscuotendo stima ed apprezzamento per il suo operato, e  ha contribuito a fondare il “Gruppo Amici dell’Ulivo”, Associazione che promuove la tutela e la valorizzazione del mondo rurale e del territorio.

Cavaliere Luana ISELLA

In considerazione dell’alta professionalità e affidabilità dimostrate nell’amministrazione pubblica e quale rappresentante della comunità locale.

Geologa,  fin dall’inizio della sua attività professionale, si è dedicata a vari progetti inerenti alla tutela e al miglioramento dell’ambiente, fra cui la fondazione dell’associazione “Amici del Carmo”, della quale è stata anche Presidente.

Già Consigliere provinciale e Vice Presidente della Provincia, alla luce della sua esperienza professionale, le è stata affidata, fino al 2021, la delega alla viabilità provinciale.

La competenza della Dott.ssa Isella si è fatta apprezzare anche nel corso degli eventi meteorologici che hanno colpito il territorio provinciale, in particolare durante l’eccezionale ondata di maltempo abbattutasi sul Savonese nel 2019, nel corso della quale, per lo straordinario impegno profuso ed una naturale disponibilità a farsi carico dei problemi via via emergenti, ha riscosso unanime apprezzamento da cittadini, Istituzioni e mondo imprenditoriale, di cui è stata un costante punto di riferimento.

Cavaliere Giovanni POGGIO

In relazione al costante impegno civico e alla particolare sensibilità nei confronti dei più bisognosi.

Laureato in Educazione Professionale, attualmente in quiescenza, il Dott. Poggio ha lavorato alle dipendenze della A.S.L.2 savonese, occupandosi dell’inserimento lavorativo delle persone diversamente abili.

Dal 1975 è iscritto alla sezione AVIS di Andora, in qualità di donatore di sangue, con oltre 100 donazioni all’attivo.

Ha anche ricoperto svariati incarichi pubblici, tra i quali quelli di membro del direttivo dell’Associazione Educatori Professionali della sezione Liguria, del quale è  stato anche Presidente dal 1989 al 2000,  consigliere nelle Amministrazioni comunali di Albenga, Andora e Stellanello, membro del Consiglio di Amministrazione della società autostrada “Albenga-Garessio-Ceva”, componente delle Commissioni regionali “Servizi sociali e sanità”, “Cooperazione sociale” e “Politiche del lavoro”, componente del “Comitato istituzionale” e della “Consulta” della Regione Liguria e Vice Presidente dell’Azienda Multiservizi Andora; dal 2017 è Presidente della Pubblica Assistenza Croce Bianca di Andora.

Cavaliere Andrea ARNELLO

In relazione alla straordinaria disponibilità e alla dedizione profuse nell’attività di servizio.

Dipendente della Corte di Giustizia Tributaria di Primo Grado  di Savona dal 2003, già in servizio dal 1993 nella Guardia di Finanza e, prima ancora, impegnato in una missione di pace nel Corpo degli Alpini in Mozambico, si è sempre contraddistinto per capacità e disponibilità, diventando un prezioso punto di riferimento per i colleghi, l’utenza, il personale giudicante e la direzione.

Il Sig. Arnello è altresì attivo nel sociale, collaborando alle iniziative della Sezione “Florindo Mario Ferraro” di Carcare  dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.

Durante la recente pandemia, si è messo in particolare luce assicurando alla Direzione della locale Corte di Giustizia il suo personale impegno per ogni necessità e mansione, anche non specificamente propria, sempre con abnegazione e spirito di collaborazione.

Cavaliere Brunello BRUNETTO

In considerazione dell’elevata professionalità e per l’encomiabile impegno profuso per la salvaguardia della salute pubblica.

Consigliere regionale, già Direttore del Dipartimento Emergenza Urgenza dell’ASL2 savonese e  della Struttura Complessa Anestesia e Rianimazione degli Ospedali di Savona e Cairo Montenotte, nel corso degli anni ha acquisito una chiara ed indiscussa fama sia come medico che come manager del settore sanitario, facendosi apprezzare per professionalità e senso del dovere, unitamente ad una spiccata sensibilità umana.

Nelle prime fasi della recente pandemia, ha rivestito un ruolo centrale nell’allestimento e nell’organizzazione del dispositivo sanitario emergenziale messo in campo dall’ASL2 savonese, nella neutralizzazione dei cluster via via sorti nel territorio di questa provincia e nella ricerca di dispositivi di protezione individuale e di apparecchiature medicali specificamente rivolte al contenimento degli effetti del virus. 

Attivo anche nel volontariato, è direttore sanitario dell’AVIS comunale di Loano dal 2005 oltrechè, fondatore e Presidente di ASA, Onlus con sede presso l’Ospedale San Paolo di Savona.

Già rappresentante per la Regione Liguria della Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva, attualmente ricopre la carica di Presidente della Commissione regionale permanente “Salute e Sicurezza Sociale”.

Cavaliere Cornelio CAU

In relazione alla professionalità, alle pregevoli qualità personali e per l’impegno profuso nell’espletamento degli incarichi assegnatigli.

In servizio presso il Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro di Savona, ove svolge un incarico di particolare delicatezza e dalle molteplici complessità, ha contribuito  in maniera significativa al contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione e delle violazioni in materia di sicurezza sul lavoro, dimostrando costantemente eccellente competenza ed incondizionato spirito di servizio.

Disponibile, umano e generoso in ogni circostanza, si è impegnato, anche anteponendo i fini istituzionali ed il bene della collettività alle pur legittime aspettative familiari, conseguendo risultati che gli sono valsi unanime stima e apprezzamento.

In occasione dell’alluvione che ha colpito il Nord Italia nel 2000, è stato direttamente coinvolto nelle operazioni di soccorso alla popolazione, ricevendo il diploma di benemerenza della Protezione Civile.

Cavaliere Paolo BELGI

In considerazione della elevatissima professionalità e dell’impegno costantemente profuso nell’attività di servizio.

Arruolatosi nell’Arma dei Carabinieri nel 1988, ha ricoperto incarichi di comando presso varie sedi di servizio e, attualmente, è Comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale dell’Arma di Savona.

Nel corso degli anni, oltre al costante aggiornamento professionale in materia di coordinamento delle tecniche investigative e di unità specializzate antidroga, ha anche conseguito i brevetti di pilota di aerei da turismo, di immersioni subacquee, di pilota di veicoli corazzati terrestri e di lancio con il paracadute.

Già insignito di svariate benemerenze per meriti acquisti durante la carriera, al suo arrivo sul territorio provinciale, si è direttamente speso nell’ambito delle attività connesse alla prevenzione ed al contenimento della diffusione del virus Covid-19, improntando la sua azione a competenza professionale e spiccata sensibilità umana, doti che gli sono valse un incondizionato apprezzamento.

Cavaliere Michele PAGNOTTA

In considerazione  dell’impegno profuso e della qualificata professionalità nell’attività di servizio.

Tenente Colonello della Guardia di Finanza, già Comandante del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Cuneo, da settembre 2020 ricopre l’incarico di Comandante del Gruppo di Imperia.

Insignito di svariate benemerenze per meriti acquisti durante la carriera, negli anni ha svolto numerose docenze in materia doganale, di antiriciclaggio e tributaria e ha anche tenuto corsi gratuiti a favore di associazioni di volontariato, relativamente al contrasto alle truffe in danno di anziani e soggetti fragili. 

Nel corso degli eventi alluvionali che hanno colpito Genova e la provincia di Savona nel 2011 e la provincia di Cuneo nel novembre 2016, ha fornito un qualificato contributo personale al dispositivo di emergenza approntato.

Ha anche partecipato, in prima persona, alle operazioni di sgombero del fango in occasione dell’alluvione che ha coinvolto la città di Ventimiglia nell’ottobre 2020.

Cavaliere Enrico LAPI

In relazione alle indiscusse doti professionali, morali e culturali, unitamente all’impegno e alla dedizione profuse nell’attività di servizio e nell’impegno civico.

Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato in quiescenza, arruolatosi nella Polizia di Stato nel 1983, giunge nel 2005 alla Questura di Savona, dove ha svolto gli incarichi di coordinatore della Segreteria dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e, successivamente, di Funzionario Addetto- Vice Dirigente del medesimo Ufficio.

Negli anni, ha ottenuto molteplici riconoscimenti premiali, dimostrando lealtà, disponibilità, impegno e competenza, che, unitamente a spiccate doti investigative, gli hanno permesso di conseguire importanti risultati nel contrasto alle attività criminali.

Di rilievo anche il suo impegno nel volontariato sociale, iniziato ancora prima dell’ingresso nella Polizia di Stato, nell’Associazione dei “Foulard Bianchi” TALSI e, successivamente, con l’attività di trasporto e soccorso presso la Croce Rossa Italiana nella sede di Vado Ligure.

Con l’intento di motivare e stimolare la crescita dei più giovani all’insegna dei valori dello sport e dell’amicizia, ha ricoperto, altresì, l’incarico di dirigente di alcune società calcistiche provinciali.

 

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.