Alassio Andora Laigueglia
Tendenza

Sul Muretto di Alassio la “firma” di Sangiano e del suo figlio celebre Dario Fo

Dalle Prealpi al mare. Ne ha fatta di strada il nome di Sangiano, che dalla provincia di Varese è giunto fino alla Liguria, per far bella mostra di sé insieme agli stemmi di tanti altri comuni d’Italia e agli autografi dei personaggi famosi del passato e del presente. La “vetrina” è quella celeberrima del Muretto di Alassio, dove ora campeggia anche una piastrella dedicata al piccolo centro del Varesotto.

La targa dedicata a Sangiano raffigura l’inconfondibile sagoma del Picuz, montagna che sovrasta l’abitato, con in primo piano la chiesa parrocchiale e in basso la scritta che identifica il paese: “Comune di Sangiano – Varese”. A completare la targa un riferimento che non poteva certo mancare in un luogo come il Muretto da cui sono passati tanti big dello spettacolo. È l’omaggio a Dario Fo, che nacque nel 1926 proprio a Sangiano. La piastrella è stata posizionata in questi giorni sul muro nel budello di Alassio, famosa attrazione turistica ideata negli anni Cinquanta da Mario Berrino.

La piastrella è stata voluta, realizzata e sponsorizzata dal Centro di Promozione Sociale di Sangiano, in particolar modo da Doretta Cerutti e Silvano Galli, a cui vanno i ringraziamenti da parte del Comune guidato dal sindaco Matteo Marchesi. A tal proposito il primo cittadino aveva incontrato la scorsa settimana il vicesindaco di Alassio Angelo Galtieri, a cui aveva consegnato proprio la targa che ora ha trovato la sua collocazione sul Muretto.

FONTE MALPENSA24.IT

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.