Loano
Tendenza

Sfilavano Rolex con la tecnica dell’abbraccio, denunciati un 57enne e una 40enne dai carabinieri

L’ignaro settantenne tutto si sarebbe aspettato fuorché di vedersi sfilato il proprio Rolex dal polso, da quella ragazza che lo urtava accidentalmente, chiedendogli perfino scusa.

Questo è quanto accaduto pochi giorni fa a Borgio Verezzi, dove in pieno giorno, un cittadino intento a portare a spasso il proprio cane, ha subito il furto del proprio orologio di ingente valore economico.

La tecnica, definita in gergo “dell’abbraccio”, è la solita ed evidentemente è di provata efficacia se non fosse per le indagini dei Carabinieri di Pietra Ligure che hanno permesso in poco tempo di individuare e denunciare all’Autorità Giudiziaria i responsabili del fatto.

L’attenta analisi degli impianti di video sorveglianza e le descrizioni molto ricche di particolari fornite dai testimoni dell’episodio, hanno consentito agli investigatori dell’Arma di ricostruire gli spostamenti della coppia che pochissimo tempo dopo sono stati intercettati e fermati a bordo di una moto di grossa cilindrata.

I due soggetti, evidentemente molto esperti nel loro “settore”, sono risultati essere responsabili di numerosi analoghi episodi delittuosi dello stesso genere e sempre in danno di ignare persone anziane.

La donna, talvolta avvenente, che finge di urtare qualcuno per sbaglio, l’abbraccio affettuoso in danno del malcapitato che nello stupore e nella confusione del momento non si accorge di essere derubato dell’orologio o dei gioielli. Queste sono le tecniche principali utilizzate. È molto importante prestare la massima attenzione ed evitare ogni contatto fisico con estranei per evitare di essere vittime di questi esecrabili reati, definiti di tipo “predatorio”. È inoltre fondamentale, fanno sapere dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Savona, segnalare sempre telefonicamente, eventuali situazioni sospette o soggetti che col loro modo di fare ambiguo, talvolta risultano essere gli autori di truffe e furti in danno dei malcapitati.

 Il procedimento è attualmente nella fase preliminare ed i provvedimenti che verranno adottati non implicano la responsabilità degli indagati, non essendo stata assunta alcuna decisione definitiva da parte dall’Autorità Giudiziaria.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.