SavonaValbormida
Tendenza

Ruba della birra, forza una cantina e fa i bisogni in caserma: arrestato

I Carabinieri di Altare hanno arrestato un 46enne senegalese, che in quella centrale Piazza Vittorio Veneto si era presentato, già ubriaco di prima mattina, all’interno del bar “Eallorano”, pretendendo gli venisse servito da bere. La proprietaria, accortasi delle condizioni dell’uomo, si è ovviamente rifiutata di accontentarlo, ma il suo diniego è servito a ben poco: l’uomo, dopo averla insultata di fronte agli avventori, ha arbitrariamente prelevato due birre dal frigo del locale e, dopo averne consumata una sul posto con fare di sfida, si è allontanato con la seconda, avendo sentito che la donna stava chiedendo per telefono l’intervento dei Carabinieri.

La pattuglia della Stazione di Altare, che stava perlustrando il territorio, ha subito preso contatto con la donna, comprensibilmente agitata, e, dopo averne ascoltato la denuncia e averla tranquillizzata, si è messa alla ricerca del fuggiasco, scovandone il nascondiglio in pochi minuti.

Convinto di passare inosservato, l’uomo aveva forzato il lucchetto di una cantina in località Lavera,  nascondendosi all’interno, finendo poi per addormentarsi. I militari l’hanno trovato con ancora la bottiglia di birra rubata in mano.

Una volta in caserma, forse per un ennesimo gesto di sfida, l’uomo ha cominciato a orinare sul pavimento di uno degli uffici, gesto che, oltre all’arresto per il furto e per la violazione di domicilio, gli è valso anche la denuncia per oltraggio a Pubblico Ufficiale, mettendolo a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.

Il procedimento è attualmente nella fase preliminare ed i provvedimenti finora adottati non implicano la responsabilità dell’indagato, non essendo stata assunta alcuna decisione definitiva da parte dall’AutoritàGiudiziaria.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.