Albenga
Tendenza

Roberto Tomatis (Fratelli d’Italia): «Ad Albenga dormitori abusivi per spacciatori e balordi fronte mare»

«Bonificare i sottopassaggi ferroviari di via Che Guevara ad Albenga è un’operazione che non può essere rinviata visto che si apre la stagione balneare con i turisti che raggiungeranno la Riviera e la nostra città». Fioccano le segnalazioni dai residenti e turisti, e parte un sopralluogo da parte di Roberto Tomatis, capogruppo di Fratelli d’Italia a costatare la gravità della situazione. «Proprio lungo la strada che costeggia la ferrovia tra Albenga e Ceriale i sottopassaggi della linea Fs sono stati trasformati in dormitori abusivi per lo più occupati da spacciatori e balordi – sottolinea Tomatis – Le foto, purtroppo, offrono un’immagine decisamente indecorosa di una città che ambisce a diventare una perla del turismo del Ponente Ligure.  Tra materassi, coperte, ci sono anche rifiuti di ogni genere che con le onde potrebbero essere trascinati in mare». Per Tomatis «l’Amministrazione in questo momento è più attenta a fare cassa con le multe più che raddoppiate per le violazioni al codice della strada ignorando del tutto situazioni come questa che vengono segnalate a più riprese dagli albenganesi. Dopo la presenza di stranieri nel letto del fiume Centa ecco fiorire nuovi insediamenti anche in prossimità del mare nascosti tra la vegetazione o in immobili abbandonati o non controllati. I bivacchi in via Che Guevara sono lo specchio della scarsa cura del territorio da parte di chi amministra Albenga: sono diventati centri di spaccio a cielo aperto sotto gli occhi increduli di residenti e turisti a pochi passi dai campeggi. Il nostro auspicio è quello che si possa intervenire al più presto con una radicale operazione di pulizia e di sgombero dei dormitori quando ormai l’estate è alle porte».

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.