Albenga

Roberto Tomatis (FdI): “Inceneritore in Valbormida, ennesimo affronto per un territorio che ha già pagato fin troppo” 

 “Toti dovrebbe farsi un esame di coscienza e capire se vuole tutelare il territorio ligure o strizzare l’occhio ai grandi business. È surreale pensare che uno dei più importanti esponenti del centrodestra, che governa ininterrottamente da 10 anni la Liguria, possa decidere di fare diventare la provincia di Savona un reietto dell’ambiente e della sanità”. E’ il duro attacco del capogruppo di Fratelli d’Italia Roberto Tomatis rivolto al presidente della Regione Liguria. “Il nostro territorio sta diventando il grande cestino dei rifiuti di tutta la Liguria. Scopriamo che, dopo aver praticamente azzerato l’ospedale di Albenga negando il diritto alla salute della comunità, dopo aver tagliato risorse sulla sanità del ponente in generale, dopo aver ceduto dietro promesse mai mantenute il reparto di pediatria-neonatologia di Savona fiore all’occhiello della nostra sanità, abbiamo scoperto la volontà del duo Toti-Olivieri di realizzare un inceneritore di rifiuti in Val Bormida. Un’operazione che – sottolinea Tomatis – ha un obiettivo di chiudere il ciclo dei rifiuti. Tutto questo avviene proprio negli stessi giorni in cui i savonesi stanno facendo una battaglia senza quartiere per non vedersi nuovamente deturpato il territorio con il rigassificatore a Vado Ligure con tutti i rischi per la salute. Motivazione? Lo prevede il piano regionale… Ovviamente – continua Tomatis – i tempi saranno lunghi, ma oggi, di fatto, stanno gettando le fondamenta per questo obiettivo contro la totale volontà dei territori”. E non manca un altro affondo: “Mai una volta si è sentito proporre impianti di incenerimento vicino alle abitazioni dei politici proponenti, in questo caso Calizzano dove risiede il presidente Olivieri oppure nella Genova Superba dove vive Toti. Insomma il fatto che non siamo rappresentati in Regione da figure autorevoli ci sta portando giorno dopo giorno ad essere i reietti della Liguria. I nostri obiettivi sono ben altri: valorizzare un territorio partendo dalle esigenze delle comunità locali a cominciare dal potenziamento della rete sanitaria, dalla salvaguardia dell’ambiente, dal rilancio del turismo. Tutti temi che, almeno secondo una nostra visione, dovrebbero essere discussi e concordati prima di tutto con i cittadini lasciando da parte gli interessi della politica”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.