AlbengaLOKKIOdiRobertoTomatis
Tendenza

Roberto Tomatis (Fdi): “Il candidato sindaco Riccardo Tomatis pizzicato sulla pubblicità elettorale: ha infranto le normative vigenti. Verrà anche sanzionato?”

I manifesti elettorali ad Albenga al centro di una diatriba tra il presidente del partito Sovranisti per l'Italia ed ex candidato sindaco Francesco Nappi e il candidato sindaco della sinistra Riccardo Tomatis.

“L’attacco di Nappi, giunto ai media attraverso un comunicato stampa, aveva l’obiettivo di evidenziare l‘inosservanza da parte del candidato sindaco Riccardo Tomatis relativamente alle norme vigenti in materia di comunicazione elettorale, che indicano il divieto di esposizione di alcun tipo di pubblicità elettorale sulle vie, salvo che non rimangano almeno a un metro e mezzo all’interno della vetrata, nei 30 giorni precedenti al voto – spiega Il capogruppo in consiglio comunale ad Albenga e candidato di Fratelli d’Italia Roberto Tomatis a sostegno di Nicola Podio sindaco -. Abbiamo notato che la risposta del candidato sindaco Tomatis non si è fatta attendere, ovviamente minimizzando, ma provvedendo immediatamente alla rimozione dopo essere stato pizzicato“. 

“Non sappiamo se siano stati presi provvedimenti sanzionatori, ma occorre ricordare che né lui né la sua amministrazione hanno minimizzato la scorsa estate quando, durante i giorni del Palio Storico, hanno provveduto a far sanzionare, senza se e senza ma, alcuni esercenti “scomodi” alla sua maggioranza politica che non avevano aderito con la quota di partecipazione alla manifestazione ampliando il proprio dehors anche solo di un metro quadro.

Quelle persone, che venivano da anni di crisi per la pandemia e le cui attività hanno sofferto più di altre, sono state multate con centinaia euro, senza sconti o giustificazioni mentre altre sono rimaste misteriosamente immuni”.

“Francesco Nappi ha portato alla luce un’infrazione che speriamo venga trattata senza sconti, esattamente come accade a qualunque cittadino che non rispetta le regole anche se la risposta purtroppo già la conosciamo”.  

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.