Albenga
Tendenza

Roberto Crosetto (Fratelli d’Italia): «il reddito di cittadinanza misura assistenzialista acchiappa voti»

«L’Amministrazione di Albenga dà lezioni di buon governo? Assistiamo ad un teatrino politico inqualificabile». E’ un attacco frontale quello sferrato dal presidente del circolo FdI di Albenga dopo l’intervento sulla questione del reddito di cittadinanza da parte del governo Meloni messo sotto accusa dall’Amministrazione guidata dal sindaco  Riccardo Tomatis. «Ora, cambiare idea in politica sicuramente è lecito, spiegare i motivi del cambiamento, però, non solo è doveroso, ma dimostra l’onestà intellettuale di chi cambia idea e non lo fa solo per opportunismo. Dunque il Pd dovrebbe spiegare perché grida alla “guerra contro i poveri” intrapresa dal governo con l’abolizione del reddito di cittadinanza mentre prima addirittura scherniva chi, come i 5 Stelle, urlava dal balcone di Palazzo Chigi l’abolizione della povertà”. La maggioranza ingauna a trazione PD che sbandiera una politica del fare dimentica che nel periodo post covid i servizi sociali si sono autogestiti con i soli dipendenti in assenza totale di assessori e Sindaco intenti a tagliare tutto il possibile per poter arrivare alla vigilia delle amministrative con un tesoretto da spendere in “marchettine” ad alta visibilità.  – dice Crosetto – il reddito di cittadinanza nel tempo si è rilevato una misura assistenzialista “acchiappa voti” senza alcul controllo che ora va modificata proprio per garantire sostentamento a chi realmente ne ha bisogno e non può lavorare». Conclude Crosetto

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.