Albenga
Tendenza

Risparmio sull’illuminazione pubblica: di notte ad Albenga si percepisce meno sicurezza

Lo pensano numerosi cittadini. Sembrava la scoperta di Colombo, ma i nuovi lampioni a led non sembrano avere avuto vantaggi in illuminazione.

di Roberto Tomatis. Illuminazione e sicurezza sono un binomio imprescindibile. Nelle ore notturne, le zone poco illuminate sono le preferite da coloro che si dedicano ad attività opache e illecite. Per questo motivo, il risparmio sull’illuminazione cittadina dovrebbe essere ponderato tenendo conto di fattori diversi. È vero che in un’Amministrazione comunale, come in una famiglia, i conti devono quadrare, ma vale la pena risparmiare su aspetti di importanza fondamentale per l’incolumità dei cittadini? 

Con i lampioni nuovi a led, probabilmente si risparmia, ma le strade di Albenga sono più buie. Sembrava la scoperta di Colombo, questa nuova soluzione, ma i risultati non sembrano avere avuto vantaggi in illuminazione. A colpo d’occhio, in effetti, le strade sono decisamente più buie: basta passeggiare in qualsiasi quartiere, in orario notturno, per verificare il peggioramento. Succede soprattutto dove c’è più verde e la luce viene offuscata da alberi e piante.

Gli stessi amministratori che difendono a spada tratta l’operazione della sostituzione dei corpi illuminanti lo confermano, anche se a bassa voce.  

Sono i cittadini stessi a lamentare una situazione in cui percepiscono poca sicurezza anche se, almeno per il momento, non sembra che chi di competenza stia cercando di migliorarla, aumentando il numero dei corpi illuminanti o potenziando gli stessi, ad esempio. 

Secondo quando lamentato, in alcune strade l’illuminazione è talmente fioca da portarli a evitarle. Quindi si tratta di un fatto che potrebbe mettere a repentaglio la sicurezza dei quartieri, dove negli ultimi tempi la microcriminalità sembra essere aumentata maggiormente. I cosiddetti vecchi globi con luce gialla saranno stati meno efficienti ma, al colpo d’occhio, funzionavano meglio. 

Per migliorare la situazione, tuttavia, potrebbe bastare poco: alcune potature più frequenti, di rami e siepi che bloccano il propagarsi della luce, o l’aggiunta di qualche lampione o semplicemente potenziando gli stessi. 

L’illuminazione a led ridurrà il consumo con un conseguente risparmio di energia, ma aumenta la pericolosità dei luoghi, la percezione di insicurezza e, purtroppo, non si tratta solo di percezione. La speranza è che si cerchino soluzioni migliorative per garantire la dovuta sicurezza ai cittadini.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.