Albenga
Tendenza

Ragazzo aggredito ad Albenga, Podio: “Vicini alla famiglia. Albenganesi esasperati, sindaco scarica colpe per mascherare la sua incapacità”

Il candidato sindaco del centrodestra albenganese: "Mi auguro che il ragazzo possa rimettersi al più presto. Vergognoso l'atteggiamento del sindaco che scarica la colpa sul governo Meloni invece di prendersi le proprie responsabilità"

“Non avrei voluto intervenire su questo fatto di cronaca, anche perché sono contrario a commentare questi episodi in campagna elettorale. Tuttavia, la vergognosa presa di posizione del sindaco di Albenga mi impone di dire la mia per chiarire alcuni aspetti che devono essere conosciuti da tutti i cittadini ingauni. Intanto voglio dire che sono profondamente scosso e dispiaciuto per quanto accaduto la notte scorsa ad Albenga, dove un ragazzo di 23 anni è stato brutalmente aggredito da tre giovani extracomunitari che volevano rubargli il monopattino.

Credo che i cittadini albenganesi siano esasperati da questi episodi e altrettanto stanchi di un’amministrazione che, invece di assumersi le proprie responsabilità, oggi attacca il governo Meloni per un evento accaduto nel territorio di Albenga. Da anni le nostre strade e le nostre piazze sono diventate lo scenario di fatti di cronaca che hanno tristemente portato la nostra città ad essere etichettata come teatro abituale di queste notizie. In queste ore ho ricevuto telefonate e messaggi da parte di madri preoccupate che mi chiedono di vincere queste elezioni, perché oltre a non sentirsi più sicure loro stesse, non si sentono tranquille neanche per i loro figli che escono in città, anche solo per un aperitivo o una cena con gli amici.

Invece di chiedere scusa, il sindaco scarica le colpe sul governo senza ammettere la propria incapacità di gestire la situazione. Questo è il fatto più grave: l’ostinata incapacità di ammettere l’esistenza di un grave problema causato dalla persistente assenza di chi governa la città. Troppo facile prendersela con il governo e, indirettamente, con le forze dell’ordine, dopo aver abbandonato Albenga e gli albenganesi al degrado e all’incuria. Dove l’amministrazione è assente, e il sindaco non sfrutta gli strumenti a sua disposizione, prolifera il degrado e i tristi episodi come quello di oggi, così come i tanti, troppi a cui dobbiamo assistere da tempo. Il futuro inizia con una città che si è stancata e che, a partire da giugno, merita un’amministrazione presente. E noi siamo pronti ad esserci”. Lo dichiara il candidato sindaco del centrodestra albenganese Nicola Podio.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.