Albenga

Presentato il simbolo di SCELTA CIVICA – GARLENDA PER TUTTI

Presentato il simbolo di SCELTA CIVICA – GARLENDA PER TUTTI, un gruppo civico unico nel suo genere, composto da individui con diverse idee politiche, ma accomunati dalla visione di una nuova GARLENDA.

In questo simbolo, la amata piccola di tutto il paese, la mitica 500 è simbolo di unità a prescindere da idee politiche forte simbolo di Garlenda nel mondo. La 500 viaggia su una strada tricolore che abbraccia tutti i cittadini di Garlenda. Sono due simboli di rinnovamento nella tradizione e di coesione nei valori costituzionali anzi meglio dire della Costituzione più bella del mondo e frutto unitario dei partiti del dopoguerra che hanno lasciato da parte interessi politici diversi. Di quella unità vogliamo fare tesoro e stella polare della nostra vita politica.

Il nome SCELTA CIVICA – GARLENDA PER TUTTI, indica una volontà di concentrarsi sui problemi e lo sviluppo di Garlenda con l’occhio del buon padre di famiglia, senza legami partitici, che si prenda cura della sua creatura. Vogliamo unire tutti i cittadini di Garlenda nel governo del paese. E’ la nostra casa e ci impegniamo, nessuno escluso, a tenerla pulita, moderna, e agile con servizi efficienti per tutti per trovare in Garlenda la buona qualità della vita. Vorremmo che Garlenda non sia solo un bel posto per sposarsi ma per viverci per apprezzare i servizi pubblici, i servizi sanitari, scolastici, il commercio delle nostre botteghe, e la caratteristica accoglienza turistica dei nostri alberghi di lusso, bed & breakfast, agriturismi, agri camper. 

Mettere le persone al centro del progetto GARLENDA 2024 con il rafforzamento della democrazia cittadina e della responsabilità amministrativa. Vogliamo difendere il modello di vita del nostro bel paese, basata sui valori della dignità umana, libertà, solidarietà, il rispetto dei diritti umani e dello stato di diritto.

Desideriamo una GARLENDA PER TUTTI E NON PER POCHI senza compromessi e interessi personali. Vogliamo un comune dalle pareti trasparenti perché non c’è miglior controllo sulle attività amministrative che non sia quello dei cittadini elettori.

Le attività economiche prenderanno vigore solo nel momento in cui riusciremo ad aumentare il numero dei residenti anche attraverso un nuovo Piano Urbanistico Comunale. Quello esistente è ormai sorpassato dal tempo e dalle nuove politiche di gestione dei territori.

L’impegno in unità di intenti di Garlenda per un futuro migliore per diventare la casa di sempre più abitanti.

C’è bisogno di aria nuova che ridia slancio al paese dopo tanti anni di continuità amministrativa. Noi siamo equidistanti dalla maggioranza e dalla minoranza queste due realtà oggi vanno rispettate perché frutto del voto popolare di cinque anni fa ma a loro spetta di governare oggi noi vorremmo farlo per un futuro nuovo inclusivo di tutti.

Non possiamo non dimenticare una realtà unica che è il nostro golf lavoreremo insieme  per valorizzarlo come eccellenza per unire sempre di più Garlenda con il suo golf. Insieme si vince la sfida di incrementare il turismo e lo sport.

Le associazioni troveranno un nuovo stimolo e sostegno per lavorare realmente tutti insieme perché siamo consapevoli che il pubblico non può e non deve fare cose che il volontariato fa meglio. La sussidiarietà sarà la nostra bussola.

Poi immaginiamo opere pubbliche veramente necessarie al territorio non solo decise a valle del ricevimento dei contributi pubblici. Cominciamo dalle cose che servono non vogliamo andare a caccia di denaro pubblico per poi inventare “qualcosa” per spenderlo solo per dire che si è bravi grazie alla politica a recuperare finanziamenti pubblici.

Vogliamo un bilancio comunale partecipato, come ormai diffuso in molte parti d’Italia, dibattuto con tutti i cittadini che ci segnaleranno le necessità di investimento sul nostro bel paese a cui vogliamo dare tutta la cura possibile nella pulizia delle strade, nei parchi puliti e ordinati, una raccolta differenziata ancora migliorabile e più vicina alle esigenze della popolazione.

Proporremo un nuovo ed efficiente sistema di controllo del territorio contro furti e microcriminalità. Garlenda per fortuna è un’isola felice e la vogliamo proteggere con un controllo capillare del territorio.

Infine, non possiamo dimenticare una necessità di tutto il comprensorio albenganese ovvero il Pronto Soccorso. Dal primo giorno di questa battaglia tutto il comprensorio si è unito non per battaglie politiche ma per un servizio necessario per molti fattori come inadeguatezza strutturale del Santa Corona che deve essere un polo di livello per i casi gravi. La viabilità e le lunghe attese a Pietra Ligure ci dicono che il pronto soccorso ad Albenga deve ritornare a fare parte attiva del comprensorio. Qualcuno lo ha chiuso e declassato, altri non ne vogliono sentir parlare per ridimensionarlo con qualsiasi scusa anche quelle prive di fondamento. La popolazione invece lo vuole e noi saremo parte attiva per questo servizio importantissimo perché con la vita delle persone non si deve fare politica o ragionamenti economici in più questo impegno lo dobbiamo ai nostri nonni e genitori che con i loro lasciti hanno consentito di avere un nuovo e con grandi possibilità di utilizzo Santa Maria di Misericordia.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.