Savona
Tendenza

Presentato a Savona il masterplan che cambierà il volto del fronte mare

Presentato a Savona il masterplan che cambierà il volto del fronte mare savonese. Il progetto trasformerà il tratto costiero compreso tra la torretta di Savona e la passeggiata degli artisti di Albissola Marina con con interventi di riqualificazione, nuovi spazi pubblici e un’integrazione di aree di sosta al servizio della nuova viabilità di accesso portuale.

L’evento “L’alleanza Porto-Città trasforma il levante” organizzato alla fortezza del Priamar di Savona ha visto la partecipazione del viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Edoardo Rixi del presidente di Regione Liguria, Giovanni Toti; del sindaco di Savona, Marco Russo; del sindaco di Albissola Marina, Gianluca Nasuti; del commissario straordinario dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Occidentale, Paolo Piacenza; dell’amministratore delegato Aspi, Roberto Tomasi e del Commissario straordinario di governo per l’Aurelia-bis, Matteo Castiglioni.

I temi al centro del dibattito sono stati la valorizzazione e riqualificazione degli spazi fronte mare, co-pianificazione e sinergia tra gli Enti per assicurare uno sviluppo sostenibile del territorio savonese e delle attività del suo porto.

All’apertura dei lavori il sindaco Marco Russo e il Commissario straordinario Piacenza hanno introdotto il contesto che ha reso possibile arrivare alla pianificazione congiunta di un masterplan unitario volto a valorizzare una vasta area del fronte mare, dalla torretta di Savona alla passeggiata degli artisti di Albissola Marina, connaturata da grandi potenzialità per diventare uno spazio pubblico vissuto ed elemento di attrattività per il turismo rappresentando, al contempo, una sintesi positiva delle attività urbane con quelle portuali. Il masterplan si inserisce nell’ambito delle attività connesse alla redazione del nuovo Piano regolatore di Sistema Portuale con riferimento alle aree di co-pianificazione già individuate in accordo con i comuni che afferiscono ai bacini portuali di Savona e Vado ligure nel Dpss (Documento di Pianificazione Strategica di Sistema).

Lo studio di architettura e urbanistica One Works, con gli architetti Ana Paez e Francesco Vitetta, ha poi illustrato nel dettaglio il progetto evidenziandone il concept generale: garantire il benessere di tutte le categorie di fruitori del nuovo lungomare. Il masterplan, in sostanza, prevede di riqualificare la passeggiata ciclo-pedonale attraverso un ripensamento degli spazi di sosta delle imbarcazioni e una riorganizzazione delle aree collettive e prospetta una nuova qualificazione di alcune strutture esistenti ripensando alle aree di sosta con un parcheggio che sia a servizio della nuova viabilità con l’obiettivo di sgravare i due comuni dal traffico diretto al porto. Il progetto è suddiviso in 5 quadranti, partendo da ponente nel tratto di lungomare che si estende dalla torretta fino ad arrivare a levante al cosiddetto “scoglio della Madonnetta” per ricongiungersi con la passeggiata degli artisti di Albissola Marina.

Successivamente, per dare concretezza alla volontà di attuare il masterplan da parte delle istituzioni, grazie alla collaborazione degli enti locali e dell’Autorità di Sistema, sotto la regia del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è stato siglato un protocollo d’intesa tra Regione Ligure, AdSP e Aspi con il quale si definisce uno stanziamento di 20 milioni di euro per interventi funzionali all’area portuale savonese in tema di mobilità e logistica con l’obiettivo di migliorare soprattutto l’accessibilità.

Ministero delle infrastrutture, Regione Liguria, AdSP, Aspi, Anas e gli enti territoriali hanno inoltre sottoscritto un “Accordo per l’accessibilità e la riqualificazione del Levante di Savona” – che troverà puntuale definizione mediante l’adozione di specifico Protocollo da sottoscrivere entro il 31 gennaio 2024 – condividendo la necessità di individuare congiuntamente gli interventi urgenti, e le relative fonti di finanziamento, necessari per migliorare le criticità relative all’accessibilità al Porto e alla città di Savona nonché per riqualificare la fascia costiera compresa fra la vecchia darsena e la passeggiata degli artisti in sintonia con gli obiettivi del masterplan.

Dichiarazione viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, Edoardo Rixi: “È fondamentale collegare i caselli autostradali di Savona e Albisola con l’Aurelia bis e completare i collegamenti interni al porto. L’impegno a realizzare questi importanti interventi infrastrutturali è stato sottoscritto oggi attraverso i due importanti protocolli, quello con Aspi che prevede lo stanziamento di 20 milioni di euro, mentre quello con Anas e il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti viene previsto il completamento delle opere legate all’acceso stradale dell’Aurelia Bis. Tutto questo nel quadro di un Masterplan di riqualificazione che ridisegna nel suo complesso l’area di levante del fronte mare di Savona e i collegamenti ciclopedonali alla passeggiata degli Artisti di Albissola Marina”.

Dichiarazione presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti: “Guardiamo al mare come risorsa e bellezza per il territorio – commenta il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti -, come frontiera di interscambio marittimo e sviluppo del nordovest, di cui la Liguria è punto di riferimento. Con questa nuova alleanza porto-città, che vede anche Regione Liguria protagonista grazie al Protocollo di intesa tra Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, Ministero dei Trasporti e Aspi, portiamo avanti anche a Savona la progettazione dei waterfront delle principali città liguri. Come dimostra l’esempio di Genova, la riqualificazione paesaggistica ha un valore economico e turistico di particolare rilievo perché unirebbe Savona, capoluogo di provincia, ai comuni del Levante savonese favorendo gli spostamenti dei flussi di merci e persone. Un plauso, dunque, all’Autorità di Sistema Portuale per aver concretizzato questo nuovo tassello dello sviluppo urbano ed economico”.

Dichiarazione Commissario straordinario AdSP Mar Ligure Occidentale, Paolo Piacenza: “Il Masterplan si inserisce nelle attività di pianificazione dell’AdSP e costituisce un’opportunità di rilancio per il territorio savonese e il suo porto con alcuni chiari obiettivi: ottimizzare l’interazione porto-città garantendo lo sviluppo e la sostenibilità delle attività portuali e la valorizzazione del territorio, creare nuovi spazi pubblici, connettere città e mare riportando i cittadini a contatto con l’acqua; valorizzare la storia integrando il nuovo fronte mare con i riferimenti storici presenti, dalla Torretta per arrivare allo spazio delle ex Funivie; incentivare le attività legate al mare promuovendo le attività esistenti e favorendo l’insediamento di nuove. Questi sono anche alcuni degli obiettivi e delle sfide che l’AdSP sta affrontando nell’ambito della redazione del nuovo Piano Regolatore Portuale”.

Dichiarazione sindaco di Savona, Marco Russo: “Quella di oggi è una giornata molto importante per la città di Savona e per tutti i Comuni d’ambito portuale. Il masterplan rappresenta finalmente il disegno organico di una porzione strategica che è la porta di ingresso alla città, ma è anche simbolo di un passato industriale e portuale che poi si è trasformato in area di degrado. Questo disegno, finalmente, potrà simboleggiare il rilancio della città insieme al suo porto. È il frutto di un lungo lavoro fatto insieme ad AdSP e suggella l’alleanza tra porto e città che deve costituire l’asse portante dello sviluppo savonese. Oggi abbiamo anche dato prova che si procederà concretamente a portare avanti questo disegno, grazie all’impegno di tutti gli importanti enti che sono convenuti nella nostra città a riprova che il rilancio di Savona sta a cuore non solo alla nostra amministrazione, ma anche ad AdSP, alla Regione e al Ministero delle Infrastrutture, che per questo vanno ringraziati”.

Dichiarazione a.d. Aspi, Roberto Tomasi: “Siamo molto fieri di poter contribuire a questo progetto che ridisegna il volto di una parte di Liguria. La connettività tra il sistema autostradale, i sistemi cittadini e le aree portuali è ormai un presupposto ineludibile per la mobilità del futuro. Ogni giorno lavoriamo con la Regione e con le istituzioni locali per far sì che si possa concretizzare questa visione”.

Commissario straordinario di Governo per l’Aurelia Bis – Direttore Direzione Operativa Anas, Matteo Castiglioni: “Esprimo grande soddisfazione per la firma dell’accordo che è un’opportunità per ottimizzare la funzionalità della percorrenza del tratto di Aurelia storica e migliorare altresì la connessione con l’Aurelia Bis, riducendo notevolmente l’impatto sulla viabilità cittadina”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.