Eventi

Positivo il bilancio della terza edizione di FestivAlContrario

È più che positivo il bilancio della terza edizione di FestivAlContrario 2023, che ha ospitato circa 40 eventi tra spettacoli, laboratori e iniziative outdoor, più di 100 artisti e 25 tra ospiti e professionisti che hanno coordinato attività e laboratori. Ed è quasi raddoppiato l’incasso da bigliettazione per gli spettacoli rispetto all’edizione 2022, con un incremento di pubblico – anche straniero – di oltre il 40% rispetto allo scorso anno.

Snodandosi tra il 16 luglio e il 26 agosto 2023, la terza edizione ha coronato una nuova stagione all’insegna del consenso e del riconoscimento di una vera e propria comunità creata intorno ai borghi della Val Neva, da Castelvecchio di Rocca Barbena a Erli e Zuccarello. FestivAlContrario, non a caso, nasce dallo spirito del luogo e dalla passione di chi partecipa alla sua creazione, contribuendo a renderlo una manifestazione calata davvero sul territorio, forte della compartecipazione dello staff e di un’intera comunità sempre più affiatata, anno dopo anno. Molto apprezzata, infine, la scelta di fornire un punto di ritrovo e ristoro per il pubblico nel cuore del borgo di Castelvecchio con Al Contrario Bistrot, dove la cordialità dello staff e la semplice accoglienza hanno favorito incontri creativi tra artisti e visitatori.

«Il pubblico ha apprezzato le scelte originali in cartellone – raccontano le due direttrici artistiche Vera Marenco e Manuela Litro, felici del risultato – uno più uno fa tre! La nostra collaborazione è frutto di un costante confronto e scambio di impressioni che ha generato una enorme ricchezza di contenuti e ottimi risultati. Siamo estremamente liete di riscontrare quanti partecipanti abbiano avuto l’opportunità di incontrare nuove persone con cui condividere interessi comuni. FestivAlContario non è solo un’esperienza di intrattenimento, ma è anche un’occasione per costruire relazioni significative che durano nel tempo. Siamo grate di avere potuto facilitare la creazione di queste nuove amicizie e speriamo che continuino a crescere e svilupparsi. La programmazione diversificata e stimolante ha infatti permesso ai partecipanti di unirsi per esplorare nuove discipline e scoprire il piacere nel mettere in pratica le proprie passioni, offrendo così un ambiente accogliente per la comunità e un luogo perfetto per creare nuovi legami. Il festival ha dimostrato di essere un’esperienza unica nel suo genere, suscitando l’interesse di persone provenienti da ogni angolo del paese, richiamando anche molti stranieri. Siamo grate a tutti coloro che hanno partecipato agli eventi e laboratori, contribuendo alla creazione di questa atmosfera di scoperta, condivisione e amicizia. Non vediamo l’ora di accogliervi nuovamente l’anno prossimo!».

Tra i tanti appuntamenti da ricordare dell’edizione 2023 appena conclusa ci sono stati il concerto di Neri Marcorè dedicato a Gian Maria Testa,  l’ormai classico appuntamento con l’operina per bambini, una produzione che ogni anno è realizzata espressamente per il Festival. Legato al territorio e alla storia peculiare di Castelvecchio è stato lo spettacolo di Andrea Nicolini, così come l’evento dedicato al recupero dei castagneti, un tema molto caro a FestivAlContrario perché va incontro all’esigenza di sostenibilità e tradizione che da sempre caratterizza l’approccio alla Val Neva. Davvero molti i momenti musicali: dal fascino del bandoneon di Daniele Di Bonaventura al divertimento del concerto con musica da ballo di Filippo Gambetta, alimentato unicamente dalle pedalate di 9 biciclette, dal concerto dei Birkin Tree ai tanti appuntamenti con il jazz, la musica antica – tra cui l’omaggio alle Variazioni Goldberg e il candle light concert dei Ring Around – che hanno portato in luce due siti religiosi di grande suggestione, e poi la conclusione con la spettacolare messa in scena di Insight Lucrezia all’interno delle grotte di Toirano. Attenzione alla natura e sostenibilità sono i valori che sono ritornati sia nei laboratori dedicati ai più piccoli, sia nelle tante escursioni a piedi e in bici che hanno permesso di esplorare le suggestioni archeologiche, storiche e naturalistiche della Val Neva.

La stagione di FestivAlContrario era iniziata già lo scorso maggio, con la premiazione del progetto selezionato per la provincia di Savona alla Liguria NEB Challenge 2023 promossa da Regione Liguria.  Declinazione ligure della strategia lanciata a partire dal 2020 dalla Commissione Europea, il New European Bauhaus, la NEB Challenge ha premiato il festival come idea progettuale capace di mettere al centro l’integrazione tra sostenibilità ambientale, inclusione sociale e capitale culturale, arte e bellezza.

«Riteniamo che uno dei punti di forza di FestivAlContrario sia proprio la capacità di coinvolgere la comunità di Castelvecchio di Rocca Barbena e dei borghi di tutta la Valle – spiegano le direttrici artistiche – è così che il Festival riesce a sollecitare l’interesse a partecipare dal basso: lo abbiamo nuovamente riscontrato nelle tante richieste, da parte del pubblico dell’edizione 2023, di essere coinvolti nelle prossime edizioni». Nell’ottica di consolidare e ampliare la sua rete, FestivalContrario Vivere la Val Neva ha inoltre attivato per il 2023 le collaborazioni con diverse associazioni sportive tra cui ASD Castelvecchio Rockriders: raccontare, vivere e condividere sono infatti i cardini di una rassegna che guarda a un turismo lento e sostenibile in un territorio dalle grandi bellezze paesaggistiche, dove sono tanti i percorsi capaci di attirare appassionati di outdoor.

Tra le azioni portate sul territorio per incentivare la partecipazione attiva c’è stato inoltre il corso di formazione “AlContrarioLab – Organizzare/comunicare eventi culturali e promuovere il territorio” a cura di Butik, agenzia di comunicazione e consulenza specializzata nella creazione di progetti di turismo musicale. Da maggio a luglio 2023 un gruppo selezionato di under 35 ha seguito un ciclo di lezioni per poi dedicarsi al project work che ha portato alla realizzazione della giornata “Sine Sole Sileo”, inserita nel calendario di FestivAlContrario 2023. Non ultima, la NATweek, una settimana di lavoro da remoto,  co-working e co-living ospitata a Castelvecchio di Rocca Barbena in occasione del Festival 2023, con workshop, eventi, cultura e attività outdoor per nomadi digitali, lavoratori da remoto, creativi o studenti, organizzata in collaborazione con l’Associazione NATworking.

Appuntamento dunque al 2024, per un FestivAlContrario sempre più esteso, ricco e coinvolgente, negli splendidi scenari della Val Neva e i suoi borghi, con probabile apertura a nuovi territori ed estensione ai Comuni e alle istituzioni culturali che hanno manifestato un vivo interesse al coinvolgimento nel progetto.

FestivAlContrario è un festival multidisciplinare curato dalle due direttrici artistiche Vera Marenco e Manuela Litro, cantanti concertiste ed esperte di progetti culturali e sociali, un progetto di Associazione Musicaround in partenariato con il Comune di Castelvecchio di Rocca Barbena, Comune di Zuccarello, GAL Valli Savonesi, Associazione Immaginafamiglie, Pro Loco di Castelvecchio di Rocca Barbena, Pro Loco di Erli, ASD Castelvecchio RockRiders.

FestivAlContrario – Vivere la Val Neva è realizzato con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando «In luce – Valorizzare e raccontare le identità culturali dei territori» della Missione Creare attrattività dell’Obiettivo Cultura, ed è cofinanziato da Ministero della Cultura, Ministero del Turismo, Fondazione De Mari, Regione Liguria, Comune di Castelvecchio di Rocca Barbena, Comune di Zuccarello, sponsor privati.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.