Eventi
Tendenza

Ponentini a Venezia per la 60esima Biennale d’ Arte

Il commento del noto scrittore Armando D'Amaro

di Claudio Almanzi. Venezia. Ci sarà anche una nutrita delegazione di appassionati d’arte ingauni e matuziani in questo fine settimana a visitare la 60esima Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia. Quest’anno a curare l’evento è stato chiamato Adriano Pedrosa. “Sono onorato e riconoscente – aveva detto Pedrosa nel ricoprire l’importante incarico – per questo prestigioso incarico, soprattutto come primo latino-americano a curare l’Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale, e di fatto il primo a risiedere nell’emisfero sud del mondo”. Ed in effetti il curatore brasiliano Pedrosa ha impostato questa edizione della Biennale, che si chiuderà il 24 novembre, in maniera molto innovativa e con l’occhio rivolto proprio al Sud del mondo.

“La 60esima edizione della Biennale Arte è già tutta nel suo titolo Stranieri Ovunque – Foreigners Everywhere commenta il presidente Pietrangelo Buttafuoco– Due parole potenti e “scandalose” che spalancano scenari attuali e universi possibili, al cui orizzonte si compone la linea di pensiero curatoriale, nitida nel colpo d’occhio della distanza, vibrante di contrasti complessi se osservata più da vicino”.  

Adriano Pedrosa è dal 2014 il Direttore Artistico del Museu de Arte de São Paulo Assis Chateaubriand, il famoso MASP, dove ha curato numerose ed importanti mostre, tra cui Histories of Dance (2020) e Brazilian Histories (2022). È stato premiato con il 2023 Audrey Irmas Award for Curatorial Excellence, conferitogli dal Central for Curatorial Studies del Bard College di New York. E la Biennale finora è stata visitata già da decine di migliaia di appassionati, oltre che dal Santo Padre, Papa Francesco, che si è soffermato soprattutto nel Padiglione della Santa Sede. Sono ben 86 le partecipazioni nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia.  Quattro i Paesi presenti per la prima volta alla Biennale Arte: si tratta di Repubblica del Benin, Etiopia, Repubblica Democratica di Timor Leste e Repubblica Unita della Tanzania.

“Complessivamente sono quasi cinquecento gli artisti in mostra- commenta il noto scrittore ed esperto d’arte Armando D’Amaro– un numero vasto che consente al visitatore di avere una visione ampia del contemporaneo. La delegazione savonese di critici d’arte, galleristi, fotografi, giornalisti, ed esperti del settore, domani raggiugerà Venezia per fare visita alla Biennale. Anche quest’anno la kermesse veneziana è una occasione imperdibile per riflettere ancora una volta in maniera aperta  sull’essenza stessa dell’arte”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.