Albengapolitica
Tendenza

Podio: “Da città sicura a tavolo d’emergenza a pochi giorni dal voto. Sindaco vive in un’altra realtà”

Il candidato sindaco del centrodestra: "La sicurezza va governata, non bisogna farsi governare dagli eventi negativi che ogni giorno siamo costretti a leggere sui giornali"

“Per 5 anni sindaco e assessori non hanno fatto altro che minimizzare un problema evidente a tutti gli albenganesi. La sicurezza va governata, non bisogna farsi governare dagli eventi negativi che ogni giorno siamo costretti a leggere sui giornali. Fa specie leggere i commenti indignati dei candidati di centrosinistra che accusano i quotidiani online di riportare le notizie di cronaca che riguardano Albenga, purtroppo sempre più numerose, quando i giornalisti fanno solo il loro dovere. Cosa dovrebbero fare, secondo i candidati di centrosinistra e i consiglieri di maggioranza uscenti, i giornalisti? Dovrebbero evitare di raccontare determinati fatti a loro politicamente poco convenienti? Magari omettendo di scrivere del recente episodio in cui due persone si sono picchiate in pieno giorno in Viale Pontelungo, mettendo a rischio la sicurezza dei passanti e degli studenti in uscita dalle scuole, o il caso di un supermercato che è stato costretto a chiudere a causa di un altro litigio, anch’esso avvenuto in pieno giorno e accompagnato dal lancio di pietre e panico tra le persone presenti.

Il compito dei giornalisti è fornire informazioni accurate alla comunità, permettendo ai cittadini di essere consapevoli di ciò che accade nel loro contesto sociale. Ma è stato sufficiente osservare il modo in cui il sindaco Tomatis si è rivolto ieri sera alla giornalista che gli stava ponendo delle domande, tra l’imbarazzo del pubblico, compresi i suoi sostenitori, per capire quanto il suo atteggiamento democratico sia a dir poco inquietante. Siamo davvero arrivati al punto di mettere in dubbio la stampa e l’integrità deontologica di chi svolge con serietà un lavoro di informazione importantissimo per tutti i cittadini? O forse il centrosinistra di Albenga ha iniziato a praticare l’oscurantismo per semplice convenienza elettorale?

L’amministrazione un giorno scrive nero su bianco che Albenga è la città più sicura del ponente ligure e il giorno dopo, di fronte a gravi e preoccupanti fatti di cronaca, chiede la convocazione del tavolo di ordine pubblico e sicurezza in Prefettura. Ma quale città hanno amministrato fino ad oggi? Sono anni che Albenga è al centro delle cronache locali, e purtroppo non per il suo enorme potenziale, ma per i fatti di cronaca. Un sindaco non può sottrarsi alle proprie responsabilità né continuare a scaricare le colpe su altri. Un sindaco deve metterci la faccia, scendere in campo di persona e verificare la situazione nelle zone più degradate. Deve chiedere, perché senza chiedere non può sperare di ottenere, un potenziamento delle forze dell’ordine. Ma non deve farlo a poche settimane dal voto, ma quando il problema si presenta. E il problema della sicurezza ad Albenga esiste da molto, molto tempo. Se ne sono accorti tutti, i cittadini albenganesi in primis. Tutti, tranne il sindaco di Albenga “. Lo dichiara il candidato sindaco del centrodestra albenganese Nicola Podio

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.