Savona
Tendenza

Più bus per l’entroterra per raggiungere gli ospedali finanziati dalla Regione

La giunta regionale della Liguria, su proposta dell’assessore ai Trasporti Augusto Sartori, ha approvato di erogare alla Città Metropolitana di Genova e alle Province di Imperia, La Spezia e Savona la somma di 1,8 milioni di euro nel prossimo triennio (di cui 303 mila euro nel 2023) per lo sviluppo di progetti per la promozione di servizi di sharing mobility. Si tratta di risorse del riparto regionale definitivo delle risorse assegnate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a Regione Liguria.
“Più concretamente verranno finanziati progetti che prevedano sconti o altre forme di agevolazione dedicate agli utenti del trasporto pubblico locale per l’acquisto di servizi di sharing mobility prevalentemente ad alimentazione elettrica o muscolare”, ha precisato l’assessore Sartori.

Per la Provincia di Savona. Progetto di servizi a chiamata: il progetto prevede l’introduzione di un insieme di nuovi collegamenti tra i Comuni Montani nella Provincia di Savona verso i principali presidi sanitari della Provincia. Nello specifico, verranno messi a disposizione due autobus giornalieri, nelle giornate feriali dal lunedì al venerdì, indicativamente nella fascia oraria dalle 8.00 alle 14.00 (fascia di morbida in cui sono presenti meno collegamenti del normale trasporto pubblico locale). Si prevede l’impiego di un autobus nei collegamenti tra i Comuni dell’Entroterra da Albenga a Pietra Ligure (sino ai Comuni di Calizzano e Bardineto) per i presidi di Albenga e Pietra Ligure, e di un autobus nei collegamenti tra i Comuni della Val Bormida per i presidi di Cairo Montenotte e Savona.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.