Cultura
Tendenza

Personaggio: Beniamino Ciancia. L’artista del segno, della traccia dipinta su tavole di legno

La sua ultima creazione è un omaggio al campione del Zlatan Ibrahimović e vorrebbe avere il piacere di incontrarlo per donare il quadro al grande campione.

di Marco Bertolino. L’arte non può essere separata dalla vita: essa è la manifestazione del moto interiore dell’artista, delle sue passioni ed è espressione di un’azione che l’artista compie prima di tutto per sé stesso, spinto dal bisogno di esprimersi, di sfogarsi attraverso il gesto artistico e così liberare energie. Questo è il pensiero di Beniamino Ciancia: personaggio eccentrico, stravagante, estroverso, un artista, un pittore che ha iniziato il suo percorso si fin dalla primissima infanzia quando ancora all’asilo ritraeva con pochi tratti i compagni o insieme al nonno esperto creativo disegnava con il gesso sul pavimento della cantina. Cresciuto nella periferia di Torino, decide di intraprendere la strada del Liceo Artistico quando la sua famiglia viene colpita da un lutto per la morte dell’unico fratello. Questo evento tragico segnerà per sempre Beniamino Ciancia, deviandolo per un certo periodo dal suo grande amore per l’arte che rimarrà latente per poi ritornare e non essere più lasciata.

La notte del 26 novembre 2013, dopo anni di ricerche alchemiche e innumerevoli tentativi, realizza la sua prima creazione su tavola di legno, estrapolando la prima immagine, il ritratto di Papa Francesco con tecnica da lui ideato denominata: “ Ciancia su legno,” riscuotendo grande effetto anche nelle scuole accademiche italiane Ha inizio così il suo viaggio.. Beniamino Ciancia, attraverso percorsi di sperimentazione e di ricerca, ha avuto una maturazione e crescita artistica che lo hanno portato ad essere apprezzato sino negli Stati Uniti, con un’ottima recensione sulla rivista americana The Art Insider. Ciancia usa come base per le sue creazioni non la tela ma il legno: dipinge su tavole di pioppo usando il colore per dare energia alle sue creazioni di grande impatto emotivo e forza comunicativa. Beniamino nella sua pittura va alla ricerca del segno, della traccia, dell’inciso; la sua pittura non è documentazione, celebrazione, ma volontà di esprimere di comunicare un’emozione, trasmettere un messaggio attraverso un’immagine che esce fuori dalla tavola e diviene un simbolo oltre il contemporaneo. La sua ultima creazione è un omaggio al campione del Zlatan Ibrahimović e vorrebbe avere il piacere di incontrarlo per donare il quadro al grande campione.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.