Savona
Tendenza

Per lo sviluppo del porto di Vado Ligure investiti oltre 100 milioni di euro

Negli ultimi anni Vado Ligure è stata al centro di investimenti per oltre 100 milioni di euro finalizzati allo sviluppo della portualità e della logistica retroportuale, anche grazie all’attuazione dell’Accordo di programma sottoscritto in data 15 settembre 2008 e da ultimo aggiornato in data 21 settembre 2018 da Regione Liguria, Provincia di Savona, Comune di Vado Ligure, Autorità di sistema portuale e Autostrada dei Fiori.

I dati nel 2022 sono stati postivi sia per i traffici sia gli investimenti e l’occupazione – con un record storico di tonnellate movimentate nei bacini di Savona e Vado pari a oltre 15.5 milioni di tonnellate.

Al fine di completare gli investimenti previsti nell’Accordo già sottoscritto, prevedere nuovi interventi di potenziamento della competitività del sistema portuale (sostenibilità ambientale, accessibilità marittima, viabilità) e di riqualificazione del waterfront, definire misure a favore della sostenibilità economica e sociale nonché individuare le necessarie risorse finanziarie, è prevista il 31 maggio 2023 la firma dell’Addendum all’Accordo di programma in vigore.

“Vado si conferma un’area molto dinamica, capace di coniugare le esigenze di sviluppo, crescita e occupazione con le istanze di tutela e valorizzazione ambientale. Nel porto e nel retroporto, sono stati realizzati e in fase di avvio investimenti pubblici e privati all’avanguardia. Con l’Addendum che firmeremo il prossimo 31 maggio lo scalo si prepara a divenire un territorio di eccellenza a livello nazionale” dichiarano il Presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Occidentale Paolo Emilio Signorini e il presidente della Regione Liguria.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.