LOKKIOdiFlavioLenardon
Tendenza

Minacce ad un candidato 

Democrazia: un esercizio di stile che non tutti si possono permettere.

di Flavio Lenardon. In un momento di grande confusione come questo dove è difficile pensare, è anche molto più complesso dire semplicemente il nostro punto di vista senza ricevere soverchierie e soprattutto, se ascoltati da chi ha idee diverse dalle nostre questi pretenda che in ogni caso e comunque le nostre siano sbagliate. 
Spesso su chi non la pensa come il mainstream viene posta l’etichetta di “fascista devi morire” o meglio, “fascista con i piedi in alto”. 
Senza pensare che proprio dietro queste proporzioni si cela un pensiero totalitarista, dittatoriale e claustrofobicamente illiberale. Un pensiero che viene normalizzato da una narrazione secondo la quale qualunque idea venga da una certa parte sia comunque giusta, liberale e accolta unanimemente. 
Un idea ecumenica di liberalismo resiste solo nell’anima di chi è davvero accogliente, resiste nell’animo di chi è assolutamente aperto al prossimo. 

Perciò vedere certe frasi scritte da chi pretende al di là di ogni ragionevolezza di esprimere il centro del pensiero condiviso, pretende di essere il fulcro indissolubile della giustizia al di sopra delle parti, crea tristezza e frustrazione. Si capisce da certe affermazioni che il sacrificio di migliaia di giovani è stato sostanzialmente inutile e che le nuove generazioni avranno una lunga strada da fare per capire cosa rimane nel loro cuore dopo aver perso ogni valore umano, ogni valore etico e senza andare a scomodare Gesù Cristo, anche ogni valore morale. 

La democrazia: un esercizio di stile che non tutti si possono permettere.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.