Savona

Matilde Silvano è la vincitrice del premio “Caterina Sambin Vetro & Ceramica”

Al liceo artistico Arturo Martini di Savona si è svolto l’ultimo atto del progetto “Caterina Sambin Vetro & Ceramica”, seconda edizione del concorso di product design a cui ha partecipato la classe 5°R del liceo. Gli studenti si sono cimentati nella progettazione di una mise en place destinata a presentare un piatto di chef Giuse Ricchebuono: una versione “stellata” dello zemino di seppie. Il tradizionale piatto ligure è stato realizzato in tre consistenze: solida, liquida e semisolida. L’imprenditrice valbormidese Caterina Sambin ha quindi consegnato alla vincitrice del concorso, Matilde Silvano, un assegno di 1.000 euro. A tutti i ragazzi i cui progetti si sono distinti per “innovazione formale e tecnologica” è stato consegnato un attestato di merito.

La commissione di giuria dei lavori era composta da Enrico Gollo, presidente ADI Liguria, Nicoletta Negro, assessore alla Cultura e vicepresidente dell’associazione italiana Città della Ceramica, Gian Luigi Pantaleo, presidente ISVAV, Museo dell’Arte Vetraria Altarese, Giuse Ricchebuono, chef e Caterina Sambin, imprenditrice.

L’evento di premiazione è stato ospitato dal dirigente scolastico Domenico Buscaglia, con interventi da parte di Enrico Gollo, Nicoletta Negro e Antonella Porta, docente della classe 5°R coinvolta nel progetto.

Questa la classifica finale:
La vincitrice del concorso è Matilde Silvano
Secondi classificati a pari merito: Elisa Lolli ed Emanuele Renzoni
Terzo classificato: Andrea Concato
Menzioni speciali ad Aurora Buscaglia ed Emma Frumento

Il progetto Caterina Sambin Vetro & Ceramica nasce due anni fa dalla volontà di coniugare l’esperienza lavorativa a contatto con i giovani con la passione dell’imprenditrice per il design e per la continua ricerca di soluzioni nuove e creative. Il tutto con l’obiettivo di offrire ai giovani del territorio l’opportunità di esprimere la propria creatività e capacità progettuali. Avviato nel 2021 con una classe quarta del liceo artistico, la prima edizione del progetto aveva un duplice obiettivo: da una parte trasferire agli studenti la capacità di realizzare una prima serie di oggetti in ceramica e in vetro, dall’altra lo studio, l’analisi e la realizzazione di decori ispirati alla tradizione e rivisitati in chiave contemporanea. Questi due obiettivi hanno portato alla realizzazione di una serie di bijoux e complementi per la tavola in vetro e ceramica, che al termine dell’anno scolastico sono stati presentati ed esposti nei locali del ristorante BINO di Savona.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.