politica
Tendenza

Lusignano d’Albenga. Riprende il percorso per la completa rivalutazione dell’ex Fornace Perseghini

Presto la rivalutazione completa dell’area

Riprende il percorso per la completa rivalutazione dell’ex Fornace Perseghini. Stilata la nuova convenzione con la proprietà, infatti, presto ripartiranno gli interventi sul complesso immobiliare e quelli, a scomputo di oneri, attraverso i quali i residenti della frazione, e non solo, potranno beneficiare di nuovi spazi e servizi.

“L’ex Fornace Perseghini – affermano dalla società Antica Fornace – è un intervento di riqualificazione urbana in un borgo medievale circondato da aree verdi. La sua realizzazione, già avviata, permette all’ottocentesca fornace di rinascere nel rispetto dei canoni conservativi dettati da un piano di sviluppo urbanistico sostenibile, offrendo in più un’opportunità di rilancio e nuova vita al piccolo borgo. Riqualificando il territorio diamo l’opportunità ai residenti di ottenere indotto da turismo e attività commerciali, e a chi acquisterà un immobile qui di godere di un incremento del valore della propria casa”.

Continuano dalla società Antica Fornace al fine di spiegare i passaggi che stanno portando alla rivalutazione del complesso immobiliare: “L’ex Fornace Perseghini è stata acquistata all’asta il 04 marzo 2022 e trasferita definitivamente nel giugno dello stesso anno, con il proposito di rendere l’area un polo di comfort e divertimento in grado di generare un indotto a tutto vantaggio della frazione di Lusignano. Sin dall’acquisto l’attività si è diretta a verificare quale fosse lo stato degli appartamenti già presenti, che hanno una storia piuttosto travagliata e condizioni che erano tutte da scoprire. L’obiettivo dell’immobiliarista Claudio Bonadei è sempre andato nella direzione di portare l’intero complesso al livello che gli compete.

Area, appartamenti e persino il vecchio forno sono stati più e più volte ripuliti, il progetto è stato rimesso in pista dagli architetti Valter Cattaneo e Mario Wilcke e sono stati verificati i calcestruzzi dall’ingegnere Mario Viassolo dello Studio Dot, tanto da arrivare a poter dire, finalmente, che il nuovo permesso di costruire è in procinto di arrivare. L’Antica Fornace, grazie alle capacità del geometra Salvatore De Prisco con la sua Costruzioni Generali e all’esperienza nelle vendite di Sistema Casa, è ormai pronta a tornare a nuova vita”.

Afferma il consigliere delegato alla frazione Raiko Radiuk: “Questo nuovo inizio segna finalmente un cambiamento positivo per Lusignano. L’obiettivo di questa rinnovata fase di lavori non è solo quello di completare il progetto a lungo atteso, ma anche di riconciliare gli abitanti con uno spazio che per troppo tempo è stato fonte di delusioni e promesse non mantenute. È fondamentale ascoltare i cittadini per costruire un futuro che rifletta le reali necessità del borgo. In questi anni ho sempre sorvegliato e aiutato in qualsiasi modo per evitare che solo un giorno fosse sprecato.

L’obiettivo è quello di arrivare a un approccio più sostenibile e inclusivo, con la creazione di spazi verdi, aree gioco per i bambini, parcheggi e zone pedonali che favoriscano la socializzazione e il benessere dei cittadini. Questi spazi sono pensati per essere fruibili da tutti, in linea con una visione di riqualificazione urbana che metta al centro la qualità della vita dell’antico borgo di Lusignano. L’impegno di questi anni si è concretizzato con la trasparenza nella gestione del cantiere e negli aggiornamenti sui progressi delle annose questioni e per porre oggi un altro importante mattone per poter riprendere i lavori.

Ringrazio l’impegno della Società e dei tecnici del Comune per essere riusciti a dirimere la matassa e poter oggi dare il via libera ai lavori”. L’assessore Silvia Pelosi sottolinea: “Siamo sempre vicini agli imprenditori che vogliono riqualificare zone della città con criteri estetici che rispettino l’ambiente circostante rendendo sempre più bella Albenga. Gli imprenditori che investono nella città sono il motore che muove l’economia e che rende la città sempre più attrattiva”.

Conclude il sindaco Riccardo Tomatis: “Dopo tanti anni e numerose vicissitudini, si può dire sbloccata definitivamente la situazione legata al cantiere dell’ex Fornace Perseghini. È una delle situazioni urbanistiche che siamo riusciti a sbloccare grazie alla preziosa collaborazione degli uffici. L’impresa si è resa subito operativa e noi disponibili per favorire le procedure necessarie alla ripartenza di un investimento che porterà a realizzazione di un complesso immobiliare di alto valore, sia dal punto di vista architetturale che dal punto di vista funzionale a favore, in primis, dei residenti della frazione.

Il completamento dell’opera prevede opere di urbanizzazione che consisteranno la realizzazione di parcheggi pubblici e aree verdi attrezzate per i bambini a beneficio di tutti i cittadini e, in particolare, la realizzazione di una passerella pedonale per l’attraversamento del rio Carpaneto (ricordiamo che la messa in sicurezza idraulica del rio è già stata realizzata). Si tratta di interventi privati importanti sia per rivalutare intere zone della città che per eliminare situazioni potenzialmente a rischio”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.