Savona
Tendenza

Lunedì partirà l’iter autorizzativo per il rigassificatore di Vado Ligure

“Abbiamo condiviso con i sindaci del territorio i prossimi passaggi: lunedì 7 agosto partirà l’iter ufficiale che tra 200 giorni, conclusi tutti i passaggi autorizzativi previsti dalle normative oltre alla Conferenza di servizi, porterà all’avvio delle procedure per il posizionamento, nella seconda metà del 2026, della nave rigassificatrice Golar Tundra nello specchio acqueo individuato da Snam antistante Vado Ligure. Con i sindaci abbiamo anche fatto il punto sull’incontro di mercoledì scorso al ministero dell’Ambiente, durante il quale è emersa la disponibilità del ministro Pichetto Frattin a mettere a punto, insieme, un Accordo di programma per individuare le opere di accompagnamento che interesseranno i cinque Comuni coinvolti in questa importante opera, strategica per tutto il Paese. Oggi si è anche insediata la struttura commissariale che, già dall’ultima settimana di agosto, inizierà con Rina e Snam a confrontarsi dal punto di vista tecnico con i sindaci, in modo da analizzare il progetto e poter apportare eventuali modifiche e migliorie, andando incontro alle esigenze urbanistiche e di sviluppo dei territori”. Così il presidente della Regione Liguria e commissario di governo per il rigassificatore Giovanni Toti al termine dell’incontro con i sindaci di Vado Ligure Monica Giuliano, Quiliano Nicola Isetta, Cairo Montenotte Paolo Lambertini, Altare Roberto Briano e Carcare Rodolfo Mirri. Presente anche il sindaco di Savona Marco Russo in quanto parte dell’Autorità Portuale di Sistema del Mar Ligure Occidentale, alla riunione con il segretario generale Paolo Piacenza. Intervenuto anche l’assessore regionale Giacomo Giampedrone.
Dell’avvio del procedimento, lunedì 7 agosto, verrà data ufficiale comunicazione a tutti i soggetti interessati, con la contestuale pubblicazione sul sito di Regione Liguria degli atti relativi, nella sezione dedicata alla struttura commissariale. Al termine dei 200 giorni, il Commissario Toti firmerà il provvedimento autorizzatorio per l’avvio delle procedure utili al trasferimento della nave, ora ormeggiata a Piombino.
Proseguirà, contestualmente, anche il confronto con le amministrazioni locali coinvolte nel progetto per arrivare, entro la fine dell’anno, alla firma con il governo e i sindaci interessati dall’opera dell’Accordo di programma che conterrà le opere infrastrutturali di accompagnamento necessarie e gli investimenti utili a valorizzare quei territori.
“Già nelle prossime settimane inizieremo a lavorare con i sindaci – aggiunge Toti – che dovranno indicarci le loro priorità sulle opere strategiche da inserire nell’Accordo di programma, da sottoporre poi al ministero dell’Ambiente e al Governo. Quello che ho voluto sottolineare è che si tratta di un progetto indispensabile al Paese previsto dal Piano energetico nazionale, su cui è indispensabile la collaborazione di tutti. Il mio auspicio è che quell’Accordo di Programma possa essere firmato entro la fine dell’anno, in modo da trovare i necessari finanziamenti già nella Legge di Stabilità nazionale”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.