politica
Tendenza

Luigi Tezel ( Garlenda per tutti) a tutto campo sulla situazione attuale del comune. Le proposte.

Tezel: "È nostra intenzione riportare Garlenda al suo innato splendore".

Luigi Tezel candidato sindaco con la lista ” Garlenda per tutti” afferma: “Apprendiamo dal sito internet istituzione del comune di Alassio che l’amministrazione alassina ha deciso di non rinnovare la convenzione delle funzioni associate per il funzionamento dell’Ufficio Tecnico comunale di Garlenda. Prendiamo atto della correttezza dell’amministrazione alassina di non voler assumere atti organizzativi che incidono sul comune di Garlenda a pochi mesi dalle elezioni, riteniamo infatti che sia stato un gesto apprezzato di galanteria istituzionale. Tuttavia questo atto dell’amministrazione alassina ci fa soffermare sul nostro programma elettorale che prevede l’azzeramento di tutte le convenzioni per gestioni di servizi affidate ad altri comuni”.


“Vogliamo infatti che i dipendenti del Comune di Garlenda lavorino al 100% per Garlenda e non solo parzialmente come per l’ufficio tecnico, che era aperto due ore la settimana su appuntamento mentre il restante tempo erano non solo fisicamente ma anche concettualmente impegnati per il Comune di Alassio.
I cittadini di Garlenda devono trovare le porte aperte del proprio comune ogni giorno della settimana. Cambieremo anche gli orari di apertura del comune che tornerà ad essere aperto anche il sabato mattina e gli orari di accesso agli uffici saranno ampliati dalle 8,00 alle 13,00 di ogni giorno. Il comune è la casa dei cittadini di Garlenda e deve essere accogliente e disponibile, oggi assomiglia più ad un bunker, con porte e citofoni spesso chiusi o muti, che ad uffici a disposizioni dei cittadini. Abbiamo una battaglia culturale da combattere, infatti, per l’attuale amministrazione Navone i cittadini che girano per il comune sono un fastidio, come è un fastidio la trasparenza. Vige la regola del meno si sa meglio è. Ricordiamo che la trasparenza è la miglior forma di controllo dell’attività amministrativa di un comune. In comune a Garlenda la trasparenza sembra non essere di casa perché devono volutamente rimanere zone d’ombra come l’enorme conflitto di interesse tra il sindaco ombra Navone e mezza amministrazione con il disastro della Borgata nuova. Inoltre ci sono affidamenti di lavori pubblici non chiari, sub-appalti non trasparenti, come nel caso degli argini del fiume Lerrone, non ultimo lavori affidati ad imprese che hanno debiti
con il Comune di Garlenda… cose, a nostro parere, inspiegabili”.


“Nel programma di ‘ Garlenda per tutti’ – prosegue Tezel – le convenzioni di funzioni associate verranno riveste tutte nel supremo interesse di essere un comune “per” e “dei” cittadini di Garlenda. Vogliamo dire chiaramente che anche il personale in servizio nel Comune di Garlenda dovrà, con un sereno confronto con le parti sindacali, essere fortemente rivisto per dare maggiore efficienza ed efficacia all’azione amministrativa. Chi non si sentirà di poter collaborare con la nostra amministrazione in modo produttivo e leale, non troverà in me alcun ostacolo per richiedere la mobilità verso altri enti o altre forme di lavoro, come il comando o il distacco verso altre amministrazioni. Non c’è spazio per un lavoro svogliato nei confronti dei cittadini di Garlenda.
Altra revisione sarà per la polizia Locale. Abbiamo un solo agente che compie le sue funzioni saltuariamente, spesso è utilizzato dall’amministrazione Navone come un normale impiegato. La polizia Municipale deve stare per la strada mattino e pomeriggio. Oggi non c’è controllo del territorio, non si percepisce un clima di sicurezza, non si sa chi contattare per una emergenza. Per questo intendiamo confrontarci con altre amministrazioni comunali come per iniziare dalla vicina Villanova d’Albenga, che ha un efficiente nucleo di polizia locale sapientemente diretto da un Comandante con grandi qualità dimostrate sul campo, per creare un unico corpo di polizia locale efficiente ed efficace con una forte proiezione al controllo del territorio. Garlenda farà la sua parte con personale di nuova assunzione adeguatamente formato per svolgere il servizio di polizia locale.
Vogliamo avere un controllo del territorio efficiente e disponibile all’ascolto dei cittadini. Il servizio di polizia locale associato con Alassio non è stato percepito non si è mai vista una pattuglia alassina sul nostro territorio, salvo l’utilizzo della nostra unica risorsa nelle manifestazioni alassine. Una convenzione che ha portato solo benefici ad Alassio che si è trovata un agente in più in organico senza nulla dare a Garlenda”.
“Anche i servizi sociali dovranno tornare da Alassio a Garlenda: creeremo infatti lo sportello di cittadinanza con la presenza in comune a Garlenda di una figura professionale come un assistente sociale. Non è pensabile avere un servizio sociale distante dai cittadini e dai suoi bisogni. Anche in questo il comune di Garlenda dovrà cambiare passo rispetto agli stanziamenti in bilancio per il sociale pari a zero. Vogliamo
che lo sportello sociale sia a disposizione dei cittadini per eventuali bonus sociali ma anche per accedere ai contributi in materia di abbattimento di barriere architettoniche o di sostegno agli affitti.
Infine è intenzione del nostro gruppo anche rivedere il servizio manutentivo del Comune, anche in questo caso cercheremo di aumentare l’efficienza e l’attenzione al territorio comunale attraverso nuove formule organizzative del servizio che non sarà più come adesso, con questa fallimentare amministrazione, privo di indirizzi e senza coordinamento. Infatti oggi il territorio è in assoluto e totale abbandono.
È nostra intenzione riportare Garlenda al suo innato splendore”, conclude Luigi Tezel .

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.