Loano
Tendenza

Loano, addio agli attraversamenti pedonali rialzati sull’Aurelia

il consiglio comunale approva l'aggiornamento del Put

Loano. Addio ai passaggi pedonali rialzati e alla rotonda rialzata sulla via Aurelia a Loano. Lo ha stabilito il consiglio comunale loanese, che nella sua ultima riunione del 30 aprile ha approvato una modifica al Piano Urbano del Traffico.

L’amministrazione comunale del sindaco Luca Lettieri sottolinea come si tratti di una soluzione che coniuga la sicurezza dei pedoni alla necessità di eliminare ben undici rialzi sulla carreggiata: questi, infatti, creano parecchi problemi ai mezzi di soccorso (cioè le ambulanze) che giungono da tutto il ponente per raggiungere il Santa Corona di Pietra Ligure, unico Dea di secondo livello e trauma center del territorio.

Giovanni Battista Cepollina, presidente del consiglio comunale incaricato dal sindaco Lettieri di seguire l’aggiornamento al Put, riepiloga le altre modifiche al Put: il miglioramento della segnaletica orizzontale, con grandi cartelli disegnati in materiale termoplastico a terra per segnalare in anticipo il passaggio pedonale ed il limite dei 30 chilometri orari per i veicoli; il potenziamento degli impianti di illuminazione sui passaggi pedonali, con il raddoppio dei punti luce e la presenza di cartelli luminosi su entrambi i lati della strada a segnalare le strisce; il rifacimento degli spartitraffico a centro strada in corrispondenza dei passaggi pedonali più utilizzati e la realizzazione di due nuove isole in corrispondenza dell’incrocio tra la via Aurelia e viale della Rimembranza e al confine con Pietra Ligure.


Questa modifica riguarda la sola via Aurelia, in quanto a breve (grazie ad un contributo statale) verrà realizzata la riasfaltatura del tratto che attraversa Loano.

Altre modifiche al Put, che riguardano il resto del territorio comunale, sono in fase di studio.

Sempre in ambito di viabilità, nella stessa seduta il consiglio comunale ha approvato la mozione, presentata dal presidente del consiglio comunale Cepollina e dal capogruppo di maggioranza Demis Aghittino, riguardante la Carcare/Predosa. Oltre a sostenere la necessità della bretella e quindi di un collegamento tra A6 e A26, il documento pone l’accento sull’importanza di creare un collegamento tra A6 e A10 e quindi una Carcare/Albenga o una Carcare/Borghetto o una Carcare/Feglino.

Con il documento, il consiglio comunale di Loano esprime “il massimo sostegno verso tutte le azioni utili alla realizzazione di una bretella di collegamento tra i tratti autostradali A6-A26 per la tutela e la promozione del territorio”. Inoltre, auspica “che contemporaneamente al progetto di collegamento A6-A26 si proceda a progettare un collegamento tra A6 e A10 tra Carcare e il tratto della A10 tra Albenga e Feglino con il percorso che si riterrà più fattibile da un punto di vista tecnico ed economico e che preveda il minor impatto ambientale possibile per il territorio. Questo ulteriore tratto è indispensabile per sgravare anche il nodo di Savona dal traffico da e per il ponente savonese e la Francia e a favorire il flusso turistico verso il nostro territorio”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.