Albengapolitica
Tendenza

L’europarlamentare Zambelli ad Albenga: “La sinistra vede l’agricoltura come la rovina del territorio”. Podio: “Ue opportunità per i comuni”

Podio: "La programmazione è fondamentale

Si è tenuto martedì scorso, 16 aprile, ad Albenga il convegno intitolato “Cosa chiedere l’UE all’agricoltura?” promosso dal consigliere albenganese di Forza Italia Eraldo Ciangherotti e dal commissario provinciale forzista Luigi Pignocca. Ospite dell’iniziativa l’europarlamentare Stefania Zambelli, l’imprenditore agricolo albenganese Gero Calleri, che ha moderato l’evento, il candidato sindaco del centrodestra albenganese Nicola Podio, il presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri e il vice capogruppo di Forza Italia in Regione Angelo Vaccarezza.

“L’agricoltura ha un grave problema – ha esordito nel suo intervento l’europarlamentare Zambelli -. La sinistra vede l’agricoltura come la rovina del territorio, quando in realtà l’agricoltore ama la sua terra e la vuole tutelare. Con il Partito Popolare Europeo ci stiamo impegnando a contrastare in tutti i modi le proposte irrazionali della sinistra che minacciano il lavoro degli imprenditori agricoli, anche su questo territorio. Ricordiamoci che tutte le direttive che partono dall’Europa arrivano qui”.

Diversi i rappresentanti di categoria presenti presso il Museo Sommariva “Civiltà dell’Olio”, dove si è svolto il congresso: il direttore provinciale della Confederazione Italiana Agricoltori (CIA) Gianluigi Nario, il presidente di Confagricoltura Liguria Luca De Michelis e il direttore provinciale di Coldiretti Antonio Ciotta.

“Le istituzioni europee devono essere viste come una grossa opportunità anche per il nostro territorio – ha detto il candidato sindaco del centrodestra Nicola Podio -. L’On. Zambelli vanta il 100% di presenze in aula e in commissione. Un fatto per nulla scontato. Questa è esattamente la serietà che gli elettori si aspettano dai rappresentanti delle istituzioni, come il Parlamento Europeo, che hanno un forte impatto sulle politiche locali”.

Aggiunge Podio: “La programmazione è fondamentale e da questo punto di vista il comune di Albenga è molto indietro. Intercettare i bandi europei e ottenere finanziamenti utili per il rilancio infrastrutturale albenganese sarà uno dei primi obiettivi della mia amministrazione. Con l’On. Zambelli ci siamo lasciati con una promessa: ci risentiremo a giugno per iniziare a lavorare insieme. La città di Albenga deve cogliere queste occasioni e non lasciarsele passare davanti come avvenuto in questi anni”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.