Albenga
Tendenza

L’editoriale:   Dal PD alle cooperative il passo è breve

 A volte la memoria gioca brutti scherzi! quando penso di avere problemi non mi rammarico più di tanto perché so che c’è sempre qualcuno che ne ha più grossi dei miei… Immersi nel lavoro quotidiano, distratti dalla TV orientata dai grandi editori, i giornali finanziati per distrarci dalle verità, forse ci sta sfuggendo qualcosa sui Centri di Permanenza e Rimpatrio. Diciamolo subito con chiarezza i CPR sono stati  pensati e realizzati da Gentiloni. Si! Quel Gentiloni targato PD. Capito bene! Il PD di tanto in tanto è colto da una crisi esistenziale cercando maldestramente di fare politica, sì,  quella delle balle sparate a colpi di obice. E quello sui centri di permanenza e rimpatrio è una di quelle occasioni. Siccome è improbabile che non sappiano che i CPR sono previsti dalla normativa UE e che il trattenimento al loro interno è addirittura raccomandato per evitare che chi deve essere espulso sulla base di una decisione della magistratura si renda irreperibile. Non credo non sappiano nemmeno che la decisione di istituire almeno un CPR per regione sia stata presa nel lontano 2017 sempre dal governo Gentiloni (PD) su proposta del ministro dell’interno Minniti! Si! Anche in questo caso il Minniti ritargato PD. E’ difficile immaginare che non sappiano che all’interno di questi centri ci finiscono persone per lo più condannate per gravi reati o comunque pericolose per la gente per bene, che semmai è per liberare le città dalla delinquenza portata da chi non rispetta le nostre leggi che è necessario trattenere e sorvegliare in un luogo sicuro chi deve essere espulso.  Il semplice fatto che il governo PD & sodali ha finanziato nel 2021  con 72 milioni di euro i CPR affidati alle cooperative ovvero a quelle grandi realtà che gestiscono “strizzando l’occhio” a una parte politica ben precisa, dovrà pure suggerire qualcosa a questi signori un po’ smemorati! Vabbè misteri della politica…… Ma veniamo alla questione più locale, il centrodestra avuto notizia dell’interessamento da parte del governo per l’apertura di un CPR in località Vadino, si è subito messa in moto con un ordine del giorno (approvato all’unanimità) per chiedere di non prendere in considerazione Albenga per tutta una serie di ragioni che non sto nemmeno a ricordare ma che tutti sanno. E il Pd che fa? organizza un imponente manifestazione “molto esclusiva”. Una passerella per pochi che non ha sortito gli effetti che probabilmente il sindaco, ormai in piena campagna elettorale, desiderava. Quel gruppo sparuto di cittadini altro non era che la claque del sindaco e dei suoi fedelissimi o “new entrants”,  persone che per ragioni di opportunità hanno affiancato l’Amministrazione. Lo spirito portato avanti da una larga fetta di albenganesi è quello di lottare per una città sicura, bella, pulita e accogliente. Politica a parte, passerelle a parte e tagli dei nastri a parte. Buon proseguimento 

Nilo dell’Est 

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.