Liguria
Tendenza

L’annuncio del Premier Meloni: “Soldi per la Liguria”

 Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giorgia Meloni, il ministro degli Affari Europei e Politiche di coesione Raffaele Fitto e il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti hanno firmato l’accordo per la programmazione del FSC-Fondo Sviluppo e Coesione 2021-2027 per oltre 265milioni di euro destinati alla Liguria, prima Regione d’Italia a sottoscrivere l’intesa col Governo.
Presenti anche gli assessori regionali, i sindaci dei principali Comuni liguri, associazioni datoriali e rappresentanti delle organizzazioni sindacali.

“Oggi con la visita del presidente Meloni interrompiamo la lunga assenza dei vertici istituzionali del nostro Paese al Nautico: era dal 1986, dalla visita di Bettino Craxi, che un premier non prendeva parte al Salone – dichiara il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – Oggi celebriamo tanti elementi collegati tra loro, a cominciare dall’evento che ci ospita, che fino a qualche anno fa non aveva la salute di cui gode attualmente e che rappresenta un settore a sua volta in grande salute, con un 20% di crescita. Il Salone non aveva neanche la livrea di lusso del nuovo quartiere della Foce, che presto diventerà un fiore all’occhiello del Mediterraneo. Tutto ciò è il frutto della sinergia tra pubbliche amministrazioni e una classe imprenditoriale che è tra le migliori del mondo, e credo che questo metodo debba essere esempio per il futuro: una collaborazione all’insegna tra pubblico e privato, ognuno con le sue competenze e responsabilità ma in grado di costruire insieme un percorso all’insegna della fiducia e della crescita, un modo di agire che non è stato scontato in altre epoche e che invece è il filo conduttore dell’attività di questo Governo. Oltre ai funzionari della Regione e del Ministero ringrazio anche il ministro Fitto, che si è fatto carico di un importante lavoro di coordinamento tra le Regioni e per aver consentito, attraverso l’impostazione voluta dal ministero, l’utilizzo dei fondi FSC come cofinanziamento della programmazione strutturale europea, liberando così la spesa corrente delle Regioni: un elemento indispensabile per dare flessibilità al nostro bilancio e per programmare iniziative che andranno incontro ad importanti esigenze dei cittadini. Siamo orgogliosi che la Liguria sia la prima a sottoscrivere questo accordo sui progetti finanziati con le risorse della programmazione regionale FSC 2021-2027, un traguardo che premia il lavoro fatto e conferma la nostra elevata capacità di spesa e di utilizzo dei fondi nazionali ed europei. Un lavoro serio, che ha anche dimostrato come in Italia la collaborazione istituzionale possa essere proficua e veloce e che dimostra come i fondi non manchino, se si ha la capacità di investirli. Oggi celebriamo anche – conclude il presidente Toti – il ruolo della Liguria nella blue economy, dato che siamo tra le Regioni più importanti del mondo per la nautica e stiamo lavorando per renderci ancora più competitivi, a comunicare da quel gioiello ingegneristico che è la nuova diga del porto, che permetterò a Genova di competere con i colossi internazionali della portualità”.

In particolare, 40 milioni di euro della dotazione complessiva destinata alla Liguria verranno utilizzati come quota di cofinanziamento per i fondi europei Por-Fesr 2021-2027, liberando così pari risorse del bilancio regionale (inizialmente impegnate come co-finanziamento del Por-Fesr), da utilizzare per finanziare ulteriore spesa regionale.

Tra i progetti più significativi, a livello regionale, in tutte le province, la messa in sicurezza di una ventina di strade provinciali (31 milioni di euro); interventi di ristrutturazione ed efficientamento del patrimonio di edilizia residenziale pubblica (oltre 22 milioni di euro); alcuni tratti della Ciclovia Tirrenica (21,8 milioni di euro); opere di completamento di lavori sugli edifici scolastici di Masone in Valle Stura, Noli nel savonese e Pontedassio nell’imperiese (5,6 milioni di euro complessivi).

Inoltre, nell’area metropolitana, la copertura dei maggiori costi relativi alla realizzazione dello scolmatore del torrente Bisagno (27 milioni di euro); il cofinanziamento degli interventi di mitigazione del rischio idraulico del bacino del fiume Entella (2,5 milioni di euro); il completamento del nuovo terminal dell’aeroporto Cristoforo Colombo (7 milioni di euro); il cofinanziamento del progetto del nuovo bacino di carenaggio in porto (20,5 milioni di euro).

Nello spezzino, il cofinanziamento del nuovo ospedale Felettino della Spezia (15,5 milioni di euro).
Infine, nell’imperiese, il cofinanziamento del blocco parto e pediatria dell’ospedale Borea di Sanremo (1,2 milioni di euro); l’adeguamento infrastrutturale con la modifica del sistema di alimentazione della stazione ferroviaria di Ventimiglia (4,5 milioni di euro).

Principali settori di programmazione dei fondi FSC 2021-2027:

Piste ciclabili (Ciclovia Tirrenica) 21.885.529,26
Strade 31.096.189,26
Stazione Ventimiglia 4.500.000,00
Cultura 4.400.000,00
Informatica 26.690.000,00
Edilizia scolastica 5.644.074,18
Edilizia residenziale pubblica 22.150.000,00
Riqualificazione urbana 13.293.978,78
Sport 4.600.000,00
Sanità 16.756.568,27
Ambiente 30.022.595,00
Aeroporti 10.121.000,00
Porti 29.500.000,00
Cofinanziamento Por Fesr 40.000.000,00

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.