Alassio Andora Laigueglia
Tendenza

L’Amministrazione Comunale di Alassio concede l’utilizzo del belvedere di Santa Croce per piccoli eventi privati

Su proposta dell'Assessore al Commercio e suolo pubblico del Comune di Alassio, Franca Giannotta

Su proposta dell’Assessore al Commercio e suolo pubblico del Comune di AlassioFranca Giannotta e a seguito di apposita deliberazione di Giunta, l’Amministrazione Comunale dà la possibilità ai privati di utilizzare il belvedere di Santa Croce – il quale rientra nei luoghi stabiliti dal Comune di Alassio per la celebrazione dei matrimoni civili – anche per lo svolgimento di piccoli eventi privati, quali iniziative con accompagnamento musicale, banchetti e rinfreschi.

Fermo restando la priorità che verrà data ad eventuali richiedenti celebrazioni di matrimoni, questo spazio, insieme ai giardini adiacenti, potrà dunque essere concesso a titolo occasionale, per massimo due giorni allo stesso soggetto nell’arco dell’anno solare.

Per l’utilizzo di tali spazi i richiedenti dovranno rispettare le vigenti disposizioni di sicurezza alimentare e igienico – sanitario se presenti alimenti e bevande, e mantenere lo stato dei luoghi con decoro e pulizia, evitando ogni manomissione degli stessi. I richiedenti dovranno inoltre manlevare l’Amministrazione Comunale da ogni responsabilità derivante dallo svolgimento dell’evento, per il quale dovranno acquisire i pertinenti permessi e nulla osta, titoli abilitativi all’occupazione di aree pubbliche comunali, nonché ottemperare a quanto previsto dalla normativa in materia di pubblica sicurezza e tutela dall’inquinamento acustico.

Ai sensi del vigente Regolamento Comunale del Canone Patrimoniale di occupazione del suolo pubblico, l’utilizzo del Belvedere di Santa Croce e dei giardini adiacenti per gli utilizzi sopra citati è soggetto al pagamento del canone di suolo pubblico e all’esposizione pubblicitaria e del canone mercatale (CUP).

Va inoltre sottolineato che non saranno ammessi eventi il cui accesso sia subordinato a biglietto di ingresso e/o costituenti “pubblico spettacolo”, iniziative recanti – anche in forma indiretta – propaganda di natura politica, sindacale o religiosa.

A seguito delle numerose richieste pervenute – dichiara l’Assessore Franca Giannotta – la nostra Amministrazione Comunale ha deciso di concedere ai privati l’utilizzo del belvedere di Santa Croce e dei giardini adiacenti oltre che per la celebrazione di matrimoni civili anche per piccoli eventi, offrendo così la possibilità a cittadini e turisti di godere al meglio di questo luogo meraviglioso della nostra città“.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.