Liguria
Tendenza

La Regione scende in campo per la “Salvaguardia olivi di valore paesaggistico”

Con delibera di Giunta, su proposta del vice presidente con delega all’Agricoltura della Regione Liguria, è stata approvata la deroga alla densità massima degli oliveti ammissibili per l’eco-schema 3 “Salvaguardia olivi di valore paesaggistico”, adesso stabilita sulle 400 piante ad ettaro. “Nei pagamenti diretti della PAC che consentono di ottenere risorse supplementari aderendo ad alcuni asset ambientali, i cosiddetti ecoschemi – spiega l’assessore all’Agricoltura della Regione Liguria -, rientrano infatti gli oliveti di particolare valore paesaggistico e storico. La densità massima di impianto stabilita a livello nazionale sarebbe di 300 piante per ettaro, ma nel nostro territorio spesso si supera questo limite. Abbiamo quindi aumentato a 400 piante per ettaro la densità di impianto ammissibile per ottenere il pagamento dell’eco-schema 3. La particolare densità di impianto è di fatto un tratto caratteristico del paesaggio agrario tradizionale della Liguria. Il piano strategico nazionale della PAC prevede, per chi aderisce all’eco-schema 3, un pagamento di 220 euro per ettaro. Ringrazio le associazioni di categoria per gli input di valore che hanno determinato il raggiungimento di questo obiettivo”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.