Albenga

La Regione ha dato il via alla procedura negoziata per affidare i lavori del secondo lotto di Rio Fasceo e Carendetta

Terminate le fasi procedurali di competenza comunale, la “palla” è passata alla Regione che ha dato il via alla procedura negoziata per l’assegnazione del secondo lotto di rio Fasceo e Carendetta da 4 milioni di euro.
Il progetto prevede l’adeguamento della sezione del rio Fasceo nel tratto compreso tra la S.P. n.3 ed il nodo costituito dalla confluenza tra rio Fasceo e rio Carendetta (oggetto di progettazione nell’ambito del 1° stralcio).
Il nuovo alveo sarà delimitato da muri d’argine, localmente sostituiti da cordoli su micropali in presenza di edifici prossimi al corso d’acqua o nel caso in cui sia necessario contenere l’entità degli scavi di sbancamento. Verrà adeguata la sezione idraulica del rio Carendetta, con realizzazione di un nuovo canale a U avente larghezza pari a 3,00 m ed altezza pari a 2,00 m. Verranno realizzate finestrature sul fondo alveo del rio Carendetta al fine di evitare la completa impermeabilizzazione del canale, in ottemperanza a quanto richiesto dal comitato tecnico di bacino della regione Liguria. L’opera prevederà la realizzazione di attraversamenti lungo il rio Fasceo, completamento dell’allargamento d’alveo del torrente Carenda in corrispondenza della confluenza con il rio Fasceo mediante realizzazione di scogliera in massi di seconda categoria cementati.
La scogliera sarà limitata in altezza alla quota del terreno retrostante.
Afferma Marco Paterniti portavoce degli abitanti e proprietari dei terreni di Campochiesa nella zona del Rio Fasceo: “Finalmente dopo un lungo iter siamo arrivati ad avviare la procedura per realizzare il secondo lotto della messa in sicurezza di Rio Fasceo e Carendetta. Hanno collaborato al raggiungimento di questo risultato molti Enti, dai tecnici regionali, comunali agli Amministratori che ci hanno sempre ricevuti e ascoltati recependo, in diversi casi, le nostre considerazioni. Il secondo lotto permetterà di completare un’opera importante sia per i residenti della zona che per le aziende. Finalmente potremo tornare a dormire sonni tranquilli anche in caso di pioggia”.
Afferma il sindaco Riccardo Tomatis: “La sicurezza idrogeologica del territorio è sempre stata particolarmente a cuore alla nostra Amministrazione. Negli anni abbiamo investito importanti risorse per la pulizia del Centa (il tratto dalla foce al cavalcavia dell’Aurelia è stato oggetto di intervento lo scorso anno), dei rii e dei canali.
Dopo aver dato esecuzione al primo lotto di Rio Fasceo e Carendetta che ha già notevolmente migliorato la situazione di quella zona, adesso stiamo per dare il via al secondo lotto che completerà l’intervento.
Ricordo inoltre che, per il 2023 sono stati destinati altri 300 mila euro attraverso i quali saranno finanziati la pulizia completa del rio Carenda, la pulizia di rio Carendetta ed altri interventi sui corsi d’acqua minori e ancora sul Centa.
Afferma il vicesindaco Alberto Passino: “Il nostro vasto territorio è solcato da una rete di rii e canali molto importante. Non è possibile intervenire ogni anno su tutti i corsi d’acqua, ma, grazie ad una minuziosa programmazione, stiamo cercando di effettuare manutenzioni ordinarie e straordinarie a 360° sull’intero territorio comunale.
Oltre a Carenda e Carendetta, abbiamo intenzione di continuare anche la pulizia del fiume Centa che purtroppo ha, inoltre, un problema legato alla sua sezione idraulica che, nel corso degli anni, si è sempre più ridotta a causa della sedimentazione di sabbia e ghiaia. Anche su tale argomento non siamo rimasti inerti e abbiamo provveduto ad effettuare i rilievi sull’alveo del fiume e inoltrarne i dati a Regione Liguria, competente in materia, per la risagomatura del letto del Centa”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.