Albenga
Tendenza

La critica Andreotta ai Lunedì Culturali Unitre di Albenga (foto)

Per la chiusura del ciclo di conferenze

di Mary Caridi. Albenga. E’ stato l’interessante intervento sul tema: “Curiose eccellenze d’arte nel Ponente Ligure” della nota esperta d’arte Claudia Andreotta a chiudere il ciclo di appuntamenti de “I lunedì culturali” organizzati da oltre venti anni dall’Unitre Comprensoriale Ingauna. “E’ stata- commenta il presidente Claudio Almanzi– una occasione ghiotta per ascoltare una studiosa che, con capacità e garbo riesce sempre a veicolare l’Arte grazie ad una notevole verve. Da abile comunicatrice ha fatto riflettere la folta platea di quanto ricco sia il nostro Ponente in fatto di arte e cultura. Già nostra ospite gradita in altre occasioni anche questa volta magistralmente ha saputo avvincere l’uditorio con un intervento dedicato alla città di Sanremo”. A presentare la serata il direttore artistico ed ex presidente dell’Unitre Alfredo Sgarlato.  “Ho voluto – commenta la Andreotta- lasciare volutamente da parte i luoghi nei quali solitamente si compie il giro turistico della Città dei Fiori, per rivolgere l’attenzione su alcune eccellenze d’arte che si trovano a Sanremo e che purtroppo sono poco note”.                                    

Il tour matuziano virtuale ha portato gli spettatori a concentrarsi sulla Pigna, su Via Palazzo, Villa Nobel e Villa Ormond, Palazzo Nota, il Morgana e  e sulla vecchia stazione ferroviaria, sulla Chiesa Russa, sulla Concattedrale di San Siro, sul Santuario della Madonna della Costa, sul Cimitero Monumentale della Foce e su altri luoghi bellissimi e ricchi d’arte, ma molto meno conosciuti dell’Ariston o del casinò. “E’ stato un piacere ascoltare la Andreotta – prosegue Almanzi- nel descriverci questi luoghi nei quali sono custodite opere d’arte di assoluto rilievo, opera di autori di epoche assai differenti come Rubens, Bargiggia, Maragliano, Rubino, Pasquali, Carrega e di tanti altri artisti famosi. Avvincente anche il suo racconto relativo alla Famiglia Marsaglia, ad Italo Calvino, al Museo Civico di Sanremo o di quello della Moda e del profumo Daphnè”.  La Andreotta è una nota storica dell’arte, collaboratrice dell’Università di Genova, esperta e consulente per enti, fondazioni ed associazioni culturali, docente di didattica ambientale, una valida critica dell’arte ed una abile curatrice di importanti mostre. Come quello di ieri sera anche i precedenti appuntamenti Unitre hanno riscosso notevole successo.

Lunedì scorso ospite del sodalizio ingauno è stato il giornalista albenganese Alberto Sgarlato, noto esperto di comunicazione che ha spiegato quelli che sono i rischi che si corrono nell’incorretto utilizzo dei social media. “Prima di Alberto Sgarlato  -conclude il Direttore artistico- abbiamo avuto  Alessia Chizzoniti ed Emilio Grollero con le Letture di Simonetta Tassara e Sonia Angarano che ci hanno permesso di scoprire il mondo interiore di Alessia e la poetica di Emilio. Poi è stata la volta della presentazione di un’opera fondamentale per la nostra Diocesi nella serata dedicata a “Il Giardinello: storie di comunità e carità”, con Alma Oleari, Giorgio Fedozzi, Gianluca Robbione e le letture di Paolo Zanelli”. A fine serata il Direttore artistico Alfredo Sgarlato ha premiato Claudia Andreotta, mentre il presidente Almanzi ha consegnato i sigilli accademici alle docenti Giuseppina De Andreis ed Angela Fiori. Gli omaggi sono stati offerti dalla socia Unitre Caterina Usanna e dalla Ditta Oddone di Albenga.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.