Savona

La colletta di Quaresima delle parrocchie savonesi per aiutare i terremotati di Turchia e Siria

Recependo l’invito della Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana la Diocesi di Savona-Noli ha scelto di dedicare la colletta di Quaresima, che sarà proposta in tutte le parrocchie nella quinta domenica, il 26 aprile, alle popolazioni di Turchia e Siria duramente colpite dal recente terremoto. Alle 4:17 del 6 febbraio scorso una forte scossa di terremoto di magnitudo 7.9 ha colpito la zona al confine fra Turchia e Siria, con epicentro nel distretto Pazarcık di Kahramanmaraş.

Dopo il terremoto si sono verificate molteplici scosse di assestamento, fra cui una molto forte di magnitudo 7.7 e una ulteriore di magnitudo 6.4 il 21 febbraio. Oltre 46mila i morti accertati, drammatica la condizione dei sopravvissuti, che hanno ancora bisogno di tutto, alle prese con le difficoltà del reperimento di cibo e acqua e le condizioni climatiche, non facili in molte zone montane.

In entrambi i Paesi gli operatori e i volontari di Caritas stanno distribuendo cibo, acqua, coperte, materassi agli sfollati accolti nei diversi centri e verificando bisogni e condizioni di sicurezza per la pianificazione di interventi più organici. Caritas Siria è attiva con 295 operatori e volontari siriani ad Aleppo, Lattakia e Hama, all’interno dei vari centri che accolgono gli sfollati in scuole, chiese, moschee, palestre o campi spontanei. Particolarmente grave la situazione per i tanti anziani, più vulnerabili al freddo e al disagio nei centri d’accoglienza, nonché al trauma di aver perso le proprie abitazioni.

Un gruppo di volontari di Caritas Libano affianca Caritas Siria a Lattakia nell’aiuto alle popolazioni colpite. Si tratta di giovani formati grazie ad un progetto sostenuto da Caritas Italiana. In Turchia si mantiene un contatto costante con gli operatori di Caritas Italiana presenti ad Istanbul in appoggio alla Caritas nel Paese, che opera in continuo raccordo con le autorità locali per l’organizzazione degli aiuti.

Le offerte della colletta saranno integralmente inviate a Caritas Italiana entro il 30 aprile. È possibile sostenere gli interventi di Caritas Italiana per questa emergenza utilizzando il conto corrente postale n. 347013 o donazione online sul sito web donazioni.caritas.it o bonifico bancario (causale: “Terremoto Turchia – Siria 2023”) tramite

  1. Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT24 C050 1803 2000 0001 3331 111
  2. Banca Intesa Sanpaolo, Fil. Accentrata Ter S, Roma – Iban: IT66 W030 6909 6061 0000 0012 474
  3. Banco Posta, viale Europa 175, Roma – Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013
  4. UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: TI 88 U 02008 05206 000011063119

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.