Eventi
Tendenza

L’ ingauno Davide Manzi a Genova promuove amicizia e divertimento

di Claudio Almanzi. Un giovane albenganese si sta facendo onore a Genova ed è il protagonista di una interessante iniziativa che è nata per gioco e che si è oggi trasformata in una occasione di incontro e svago per migliaia di persone: si tratta di Davide Manzi che sei anni fa, con qualche mazzo di carte, un paio di tavoli e sedie ha dato vita ad uno degli appuntamenti più significativi dei Giardini Luzzati e di tutto il Centro Storico genovese. Attraverso il semplice passa parola il torneo di Cirulla del lunedì sera è diventato non solo un momento di svago imperdibile e capace di attirare sempre nuovi partecipanti ma anche una occasione per tessere una rete in grado di unire le persone.  “Tutto è iniziato- ci racconta Manzi, ideatore ed organizzatore ancora oggi degli eventi- per gioco un lunedì sera di luglio del 2018: al primo appuntamento in piazza si sono presentate sedici squadre. La richiesta era stata altissima, tanto che si decise di lanciare subito un nuovo torneo e poi altri ancora poi un altro e un altro ancora.

Ora il torneo si svolge nell’arco di tutto l’anno e si interrompe solo nel mese di agosto ed a Natale dal 20 dicembre all’Epifania. È un evento sopravvissuto al Covid ma, oltre a essere un momento ludico, la cirulla ha avuto un impatto altissimo sulla socializzazione. Durante l’anno e mezzo di restrizioni, i rapporti con i vari partecipanti si sono mantenuti, c’era voglia di rivedersi, ritrovarsi. Siamo stati bravi a tenere i contatti che hanno dato vita a una comunità, sono nate amicizie che sono andate al di là del momento di gioco”. Quando sono finite le restrizioni del Covid le partite del lunedì in piazza sono diventate una occasione di incontro e di amicizia. I numeri sono davvero incredibili. Si è formata una specie di seconda generazione di giocatori di cirulla che ha invaso i Giardini. Abbiamo avuto anche tornei con ventotto gironi, vuol dire trecento squadre”.

Il grande successo ottenuto ai Giardini Luzzati ha convinto l’amministrazione comunale genovese a sostenere questo progetto anche in altri Sestieri: dal Molo i tornei di cirulla sono arrivati fino a Prè. “La Cooperativa il Ce.Sto – prosegue Manzi- ha firmato il patto di sussidiarietà con il Comune di Genova diventando capofila di un progetto che coinvolge oltre cinquanta enti del terzo settore impegnati nel sociale per la rigenerazione del Sestiere del Molo. Anche il torneo è rientrato in questo grande sistema e abbiamo realizzato edizioni straordinarie come, per esempio, quella itinerante estiva dove si giocava in diversi bar del sestiere. Lo scorso anno il patto di sussidiarietà ha acquisito altri quaranta enti e ha coinvolto anche i sestieri di Pré e Maddalena”.

Adesso Davide sta organizzando un evento ancora più importante la “Champions della Cirulla” che è in programma giovedì 7 marzo. “Dallo scorso anno – conclude Manzi- il mercoledì è diventato il giorno della Cirulla a Prè, nella sede del comitato di quartiere in piazza Vittime di tutte le mafie. Anche qui la cirulla ha fato grandi numeri e durante l’estate abbiamo giocato in piazza. Il torneo ha la capacità di attirare cittadini attivi che vogliono abbracciare alcune mission del terzo settore prendendosi cura del territorio e facendosi attivi nel territorio stesso. Tutto questo ci rende estremamente orgogliosi delle nostre iniziative”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.