Savona
Tendenza

Imprese, entro il 20 luglio il pagamento del diritto annuale

La Camera di Commercio Riviere di Liguria – Imperia La Spezia Savona ricorda che, con la conversione in legge del decreto Omnibus (decreto legge 51/2023), sono stati prorogati al 20 luglio 2023 i versamenti d’imposta in origine dovuti entro il 30 giugno 2023 da parte delle imprese soggette agli indici sintetici di affidabilità (ISA) e dei contribuenti forfetari. I predetti versamenti possono essere effettuati dal 21 al 31 luglio 2023 maggiorando le somme da versare dello 0,4 % in ragione di giorno (ex DL 10/05/2023 n. 51 convertito in L.87/2023). In particolare, e per gli stessi soggetti, la proroga della prima rata di acconto delle imposte riguarda anche la scadenza del pagamento del diritto camerale.

Dal 1° agosto 2023 si potranno regolarizzare i versamenti irregolari solo tramite il ravvedimento operoso maggiorando il diritto annuale dovuto con le sanzioni applicabili al “ravvedimento breve” (entro 30 giorni decorrenti dal termine di scadenza del 20 luglio 2023) o tramite il “ravvedimento lungo” (entro un anno, ossia dal 21 agosto 2023 al 20 luglio 2024), con applicazione, per entrambe le tipologie di ravvedimento, degli interessi legali dovuti, decorrenti dal 21 luglio 2023 fino al giorno di versamento, come previsto dalle disposizioni in materia.

Informazioni più approfondite sono contenute nella nota di Unioncamere n. 17854 del 17/07/2023 che è consultabile sul sito Internet della Camera di Commercio alla pagina http://www.rivlig.camcom.gov.it/IT/Page/t02/view_html?idp=64

La Camera di commercio, ancora una volta, avvisa le imprese che, con l’approssimarsi della scadenza, torna a manifestarsi l’invio di bollettini e moduli ingannevoli recapitati all’indirizzo delle imprese con richieste di pagamento che sembrano ricondursi all’iscrizione al Registro delle Imprese. L’ente camerale ricorda ancora una volta che il diritto annuale si paga esclusivamente tramite modello F24 con modalità telematica e che pertanto non vengono inviati alle imprese bollettini postali o simili. Le imprese devono quindi diffidare di ogni richiesta di denaro relativa all’iscrizione in presunti annuari, registri e repertori o a presunte prestazioni assistenziali e previdenziali avanzate da organismi privati con denominazioni molto simili a Camera di Commercio. Tutte queste richieste si riferiscono a proposte commerciali che nulla hanno a che vedere con il pagamento obbligatorio del diritto annuale né con l´iscrizione in registri tenuti dall’ente camerale e non sono in alcun modo riconducibili alla Camera di commercio.

Per ulteriori chiarimenti è possibile contattare l’ufficio Diritto annuale della Camera di commercio Riviere di Liguria: per la sede di Imperia e-mail: dirittoannuale.im@rivlig.camcom.it – Tel. 0183/793249; per la sede della Spezia e-mail: dirittoannuale.sp@rivlig.camcom.it – Tel. 0187/728299; per la sede di Savona  e-mail dirittoannuale.sv@rivlig.camcom.it – Tel. 019/8314224.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.