Eventi

Il Suon di lei, dopo il Ducale lo spettacolo arriva a Pietra Ligure

Lunedì 16 ottobre alle ore 21 00 al teatro Moretti di Pietra Ligure va in scena uno spettacolo che ho visto di recente al Ducale di Genova.
Il Suon di Lei – origin.
Perché ne scrivo è semplice. È stato emozionante.
Proiettato in un underground le cui pareti trasudano di storie eccellenti , rapito da melodie e testi di rara pertinenza, un libretto di sala originalissimo mi ha preso per mano e aiutato nella comprensione.
Quando uno spettacolo ti risucchia, alla fine esci con la sensazione di sentirti meglio di quando sei entrato e se ti porti a casa emozioni che continuano a lavorare nella tua testa significa davvero che ne è valsa la pena.
Ecco, ne scrivo per questo.
Il fatto che a essere suonate e cantate siano otto donne eccellenti che nella storia hanno oltrepassato terreni minati di cui a malapena conosciamo i particolari, non rappresenta certo una retorica contemporanea che si declina esibitivamente al femminile. In questo caso il femminile non rappresenta fragilità ma forza di reazione alle prepotenze che la vita esercita su quel genere. Un femminile che vince dopo aver pagato un prezzo anche salato.
Il pacchetto “teatrale” del Suon di Lei è nato da indubbie sensibilità poetiche dei suoi autori e continua a vivere grazie alla bravura dei suoi interpreti in scena.
Voglio qui menzionarli perché rappresentino uno stimolo ulteriore ad andarli a vedere.
Gli autori sono Gloria Bardi e Stefano Stacchini per una ricerca che da tempo sperimentano nella drammaturgia visiva e che come BaSta – associazione di idee firmano anche la Regia.
Compositore delle musiche e al piano Luca Felice, arrangiatore, direttore musicale e chitarra Claudio Cinquegrana, Massimo Trigona al basso e Alfio Badano alla batteria completano la band di eccellenze strumentali.
Greta Drèssino, in arte NOMA, mette la sua splendida voce in un canto espressivo ed emozionante. Il tenore Rino Matafù alla fine con NOMA dà vita a una cabaletta pop-lirica struggente e spettacolare.
Buona visione a chi avrò incuriosito con questo mio personale intervento.

Foto Fulvio Cappanera

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.