Albenga

Il sindaco Tomatis replica a Distilo: “Vive su un altro pianeta”

Affermano il sindaco Riccardo Tomatis e l’assessore al bilancio Silvia Pelosi:

Distilo vive in un’altra città? Forse addirittura in un altro pianeta dato che le sue dichiarazioni sono completamente avulse dalla realtà. 

Sul bilancio probabilmente non riesce a comprendere i dati e i numeri. 

Forse dovrebbe chiedere lumi prima di fare certi comunicati, a meno che dietro non vi siano soli fini elettorali e la speranza di riuscire, attraverso qualche frase colorita, non importa se vera o meno, a racimolare qualche consenso. 

Ci dispiace, caro Distilo, ma i cittadini di Albenga ormai hanno capito certi “giochi” e non guardano solo alle parole, specie se provengono da chi ne ha sempre fatte tante senza farle mai seguire da fatti. 

Comunque il consigliere ci dà l’occasione per specificare alcune cose che forse solo a lui non sono ancora chiare, ma che, data l’importanza, abbiamo piacere di ribadire. 

Il bilancio del Comune di Albenga è solido ed evidenzia una gestione accurata e matura delle risorse. Ovviamente non è sorretto dalle multe, ma sembra quasi un’offesa all’intelligenza dei cittadini doverlo ribadire. 

Dire poi che ad Albenga non sono state fatte grandi opere e che non sono in programma per il 2023, è una bugia anche piuttosto plateale e infantile, dato che la realtà è sotto gli occhi di tutti. 

I temi che hanno caratterizzato il 2022, e in generale il nostro mandato, sono stati: 

– la messa in sicurezza idrogeologica del territorio, per la quale abbiamo investito più di quanto non fosse mai stato fatto, e per la quale abbiamo già stanziato altri 300 mila euro. 

– l’edilizia scolastica, perché offrire ambienti sicuri e accoglienti ai nostri giovani è una priorità che giudichiamo irrinunciabile e che ci ha portato a effettuare moltissimi interventi su tutti i plessi scolastici. Sono in programma anche per il 2023 lavori di completo restyling e volti a garantire ambienti, oltre che più sicuri, nuovi e all’avanguardia per i nostri bambini e ragazzi. 

– nonostante le difficoltà determinate dal Covid il territorio non si è mai fermato e, oltre alle manutenzioni ordinarie e straordinarie abbiamo puntato alle grandi opere in grado di cambiare il volto alla nostra città. 

Ricordiamo il progetto moli per la zona mare, dove è stata realizzata – a scomputo di oneri di urbanizzazione – anche una nuova piazza. 

La riasfaltatura di diverse vie cittadine attraverso un piano asfalti dettagliato che ha visto e vedrà interventi sia nelle frazioni che nel centro urbano. 

Gli interventi alle strutture sportive (ricordiamo fra tutti l’impermealizzazione dello stadio Riva e la nuova pavimentazione del PalaLeca) e molto altro. 

– in forte crescita anche il settore dell’urbanistica, termometro di una città in continua evoluzione e nella quale si crede e si continua ad investire, sia per quel che concerne la realizzazione di alloggi, ma, anche, per la presenza di realtà commerciali che continuano ad insediarsi nella nostra città. 

Il 2023 sarà poi l’anno delle grandi opere e dei grandi investimenti frutto di un lavoro di progettazione, programmazione e reperimento dei fondi che ci ha visti impegnati per tutto il nostro mandato. 

Pensiamo alla realizzazione del molo per la pesca e il turismo, al completo restyling dell’asilo nido R. Di Ferro, a Piazza del Popolo, alla casa dell’outdoor di Campochiesa, al secondo lotto di Rio Fasceo e Carendetta, a via Trieste e via Papa Giovanni, agli asfalti che stiamo rifacendo, agli interventi in programma sulle strutture sportive e alla messa in sicurezza idrogeologica del territorio attraverso la pulizia di rii e canali. 

C’è poi, certamente, anche, la pista ciclabile, che era uno dei punti del nostro programma elettorale. Per realizzarla siamo riusciti ad accedere a finanziamenti per la mobilità sostenibile (che quindi non potevano essere impiegati per altro, la specificazione è sempre d’obbligo dato che il consigliere Distilo pare non aver ancora capito come funzionano i finanziamenti e il bilancio comunale) a cui abbiamo aggiunto 170 mila euro per la realizzazione di gabbioni a protezione dell’argine del Centa (funzionali alla pista ciclabile, ma ancor più fondamentali per la sicurezza dell’argine). 

Si parla poi delle risorse a bilancio per il turismo che rappresenta una delle risorse più importanti del nostro territorio, oltre all’agricoltura e al commercio. 

Forse il consigliere Distilo non capisce, o forse fa finta di non capire, che quando si parla di turismo (portato e alimentato anche dagli eventi che si realizzano su un territorio) si parla di persone e famiglie che traggono il proprio sostentamento lavorando non solo all’interno ma anche intorno a questo settore. Pensiamo alle strutture ricettive, le attività di somministrazione – i bar, i ristoranti e i locali- e, in generale, tutte le attività commerciali che dalla presenza di turisti e visitatori traggono un importante indotto.

Crediamo quindi che investire in questo settore, oltre a continuare a far crescere la città, sia importantissimo per l’economia, per i cittadini e, non ultimo anche per la sicurezza. Ricordiamoci com’era il Centro Storico fino a pochi anni fa. Vivere un territorio, anche attraverso eventi e manifestazioni vuol dire renderlo più sicuro.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.