Borghetto

Borghetto S. Spirito, il sindaco Canepa chiede un indennizzo ad Autostrada dei fiori per disagi e danni patiti su viabilità ordinaria

Borghetto S.Spirito. Il sindaco Giancarlo Canepa scrive ad Autostrada dei Fiori: ” Nella giornata di domenica 18 febbraio, come noto, si è verificata l’ennesima situazione di totale paralisi della viabilità ordinaria in seguito ad eventi occorsi sulla rete autostradale da Voi gestita.
Dall’inizio anno è almeno la quarta volta che ciò avviene, perlomeno con conseguenze negative di tale portata.

In alcuni casi non si è trattato di situazioni impreviste o accidentali come avvenuto, ad esempio, in occasione del cosiddetto “contro esodo” di Capodanno, evento che era assolutamente previsto e prevedibile. Altre volte, invece, gli eventi non erano prevedibili, come nel caso di incidenti importanti o come nel caso verificatosi recentemente per un allarme relativo alla presenza di una presunta bomba su un veicolo in transito.

Ogni volta che si sono verificate simili situazioni le ripercussioni sulla viabilità ordinaria sono
state estremamente negative, paralizzandola per lunghissimi tratti e creando situazioni che non esagero a
definire drammatiche con code infinite e imbottigliamenti che hanno di fatto “sequestrato” per ore gli
automobilisti che, loro malgrado, si sono trovati a transitare in direzione levante a partire dall’estremo
ponente della nostra provincia.
Un danno enorme per il turismo – prosegue – e un disagio inaccettabile per lavoratori, residenti e
soprattutto per i mezzi di soccorso obbligati ad operare in condizioni estremamente difficili.
A ciò si aggiungano anche problematiche minori ma pur sempre rilevanti, dovute a
indicazioni fuorvianti da parte dei sistemi di navigazione informatici che, ad esempio nel mio Comune,
dirottano veicoli con ingombri importanti quali caravan e vetture di grossa cilindrata che uscite
dall’autostrada sono alla disperata ricerca di una viabilità alternativa, su direttrici secondarie non idonee
creando ulteriori paralisi ancora più difficili da districare a causa delle ridotte dimensioni delle strade.
Oltre ai disagi elencati, ogni volta ci si trova anche a fare la conta dei danni inflitti al
patrimonio comunale dal numero abnorme di veicoli e mezzi pesanti che si ritrovano a transitare
obbligatoriamente sulla viabilità ordinaria”, conclude il primo cittadino.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.