AlbengaLOKKIOdiBruno
Tendenza

Il Professor Mario Moscardini, una vera storia d’ amore.

Di Bruno Robello De Filippis. Conosco il professor Mario Moscardini da tempo, ero ragazzo e frequentavo il liceo Classico di Albenga, lui era il mio professore di greco e latino, tante battaglie poste in essere in singolar tenzone con lui, mi chiamava Ropulcher ( Robello in latino) o Rokalos ( Robello in greco), severo ma di grande buon senso, docente importante, dotato di grande ironia, intelligenza pura e grande umanità, lo stimavo molto all’epoca, lo stimo molto ora, come lo stimano tutti in Città.

Uomo di grande cultura, ha scritto libri notevoli che hanno celebrato il bello della scrittura e della lettura; con il nostro paese, Albenga, ha stretto un legame profondo, celebrando nei suoi tomi la città nelle sue sfaccettature storiografiche più intime, cito “ Albenga 1904, “Albenga dal fascismo alla Repubblica”, “ Albenga in tre volumi” sulla storia della città dal 1974 al 1970, insignito nel 2014 come Ingauno dell’ anno per le sue doti letterarie, è un vero piacere quando lo incontri per le vie, sempre con a fianco sua moglie.

Vi potreste chiedere perché questo titolo, “ Il Professor Mario Moscardini, una storia d’ amore”, la risposta più scontata potrebbe essere l’ amore verso Albenga, ma il sentimento, la volontà di scrivere di amore da parte mia nasce da una mia seria difficoltà, la difficoltà a cogliere l’ essenza dell’ amore.

Ho sempre avuto un certo disagio a definire l’ amore, forse anche a viverlo, tante le definizioni, nel mio essere un po’ anaffettivo, trovo che nel vocabolario “Treccani” vi sia una buona descrizione sull’ amore, leggo “ sentimento di viva affezione verso una persona che si manifesta come desiderio di procurare il suo bene e di ricercarne la compagnia”.

Ebbene, dopo tanti anni di ricerca sul tema a me ostico, ho avuto una illuminazione, grazie al professor Mario Moscardini e a sua moglie, dopo tanti anni passati insieme con annesse vicissitudini varie, li puoi vedere ogni giorno nella loro passeggiata quotidiana, insieme, sempre a parlare, mai in silenzio, sempre pronti a fermarsi per salutare, il loro comunicare perpetuo e sempre con modi gentili da, a mio parere, una pura fotografia d’ amore .

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.