EventiLoano

Il Gemellaggio loanese a Finalborgo da Cà di Nì (foto)

Per una riunione organizzativa

di Claudio AlmanziLoano. Dopo il grande successo che ha riscosso la gita compiuta dall’ Associazione Loano- Francheville in Francia a Grasse, si è svolta ieri sera anche la riunione finale del Corso di Francese del Comitato per il Gemellaggio che da tanti anni tiene vivo il contatto dei loanesi con i cugini transalpini di Francheville. A coordinare l’organizzazione ancora una volta la instancabile tesoriera dell’associazione Cinzia Capitanio che coadiuva la inossidabile presidente del Comitato Pieralba Merlo. L’ escursione a Grasse era stata l’atto finale di una delle tante e belle iniziative del sodalizio loanese, il corso di lingua francese. “Eravamo in tanti- spiega la Capitanio- ed abbiamo trascorso una bellissima giornata a Grasse. Ieri sera invece ci siamo riuniti per iniziare a programmare le prossime iniziative e ringraziare la nostra docente di Francese”. Prima della apericena a Finalborgo, nella splendida antica torre di Ca’ di Nì, e della gita in Francia, i soci del Gemellaggio si erano già radunati per una cena di condivisione presso la Biblioteca di Loano a cui hanno preso parte una cinquantina di socie ed amici.    “La apericena di ieri sera– ci ha spiegato la presidente Pieralba Merlo- è stata anche l’occasione per concludere adeguatamente il corso di francese che si è svolto tra settembre ed aprile ed al quale hanno preso parte numerosi corsisti ed è stato tenuto dalla professoressa Rosa Rita Daros”. Il Comitato per il Gemellaggio è stato costituito con lo scopo di realizzare uno degli obiettivi primari dell’Unione Europea: promuovere la cittadinanza attiva, organizzando attività, nel quadro dei gemellaggi tra città e che contribuiscano al ravvicinamento dei popoli dell’Europa e al rafforzamento della coscienza europea. Loano è da lungo tempo città attiva nell’ambito dei gemellaggi: proprio lo scorso anno è stato festeggiato il 25simo anniversario con la Città di Francheville (Metropole de Lyon) ed il 50esimo con quella tedesca di Hanau-Steinheim. Fra le iniziative che l’associazione attiva, oltre a gite e corsi di lingua francese, vi sono concorsi fotografici internazionali, scambi con gli amici di Francheville, incontri mensili fra gli associati, corsi di Ballo Occitano e di Canto, sempre con lo scopo di mantenere costante il legame fra i gemellati.

“Nel corso di tutti questi anni – prosegue la presidente Merlo- tantissime famiglie loanesi hanno accolto nelle loro case gli amici francesi e sono state ospitate a loro volta da altrettante famiglie con le quali hanno instaurato rapporti di amicizia che durano nel tempo”. L’attività del Gemellaggio dunque prosegue e si rinnova con lo scopo di offrire ai cittadini delle tre città nuovi momenti di aggregazione, di confronto e di crescita nell’ambito dell’Unione Europea.”Il Comitato Promotore dei Gemellaggi – conclude Cinzia Capitanio- ha il compito di incoraggiare i cittadini ad essere più uniti ed impegnati a livello europeo e di promuovere la cittadinanza europea attiva stimolando le associazioni locali alla realizzazione di nuovi Progetti Europei e favorendo la conoscenza degli effetti delle politiche Comunitarie”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.