Savona
Tendenza

Il consiglio comunale di Savona dice no al rigassificatore

Una mozione contro il rigassificatore è stato votato ieri sera dal consiglio comunale che ha espresso la propria contrarietà all’impianto e impegna il sindaco e la giunta a compiere ogni azione politica e amministrativa al fine di sostenere le esigenze del territorio.

Per questa sera alle 21, alla Società di mutuo soccorso Fornaci giardino Serenella, in corso Vittorio Veneto 73 rosso, si terrà un incontro sullo stesso tema. La serata è presentata dagli amministratori del gruppo Facebook, “Fermiamo il Mostro del gas a Savona”.

Nel mirino la nave rigassificatrice che converte il gnl trasportato da navi metaniere a 4 km dalla costa per una ventina d’anni, un breve tratto di tubo sottomarino che prosegue sulla terraferma lungo il greto del fiume Quiliano fino alla stazione di controllo del gas da dove poi partono due linee di metanodotti, uno con destinazione la centrale Tirreno Power di Vado e una linea di circa 30km con destinazione a Cairo M. dove si interconnette con la rete nazionale di distribuzione.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.