politica

Il circolo di Fdi di Alassio scrive a sindaco, prefetto , ai referenti di Fdi e al senatore Gianni Berrino, sulla problematica della sicurezza ad Alassio e dell’ incontro con le associazioni di categoria locali

per il Circolo FDI Alassio, Il Presidente Massimo Marino Dipartimento Legalità e Sicurezza Savona, Il Responsabile provinciale Dott. Alfio Sciuto

Questo il testo della lettera: “Si vuol segnalare anche quest’anno con cadenza ormai biennale, alla spettabile Amministrazione comunale, l’aumentata preoccupazione registrata tra la cittadinanza circa le problematiche di ordine pubblico che anche quest’estate probabilmente faranno notizia.

Un tema quello della sicurezza, che ha spinto il Circolo ad organizzare in data 10 aprile, un primo ed informale incontro che coinvolgesse anche le Associazioni di Categoria, per iniziare un dialogo politico ed ascoltare istanze e suggerimenti alla presenza del Presidente Massimo Marino, del responsabile provinciale del Dipartimento Legalità e Sicurezza Alfio Sciuto e dell’Assessore al Commercio, all’ Urbanistica, all’Edilizia privata, agli Affari legali, al Patrimonio e alla Protezione Civile Franca Giannotta.

È emersa, tra le più importanti se non la più importante e oggettiva preoccupazione, la possibilità concreta che il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Alassio, venga trasferito ad Albenga con il notevole disagio che questo provocherebbe alla cittadinanza. Tema per il quale le parti presenti sono state rassicurate su un concreto impegno dell’Amministrazione affinché il Commissariato di PS non venga spostato

Inoltre, in vista delle prossime vacanze estive e delle probabili situazioni di degrado, purtroppo stratificate nel tempo nonostante l’impegno profuso dalle FF.OO., sono emerse proposte tra le quali:

  1. un più efficace e coordinato intervento tra Polizia di Stato, Polizia Locale, Carabinieri e Guardia di Finanza soprattutto negli orari indicativi 01:00 – 5:00, arco temporale percepito come il più preoccupante per quelle generazioni di giovani e non, che anche in tarda nottata, in un luogo di turismo come la nostra bellissima Alassio, vorrebbero godersi la freschezza e la tranquillità della notte;
  2. il mantenimento e, se possibile l’incremento delle aliquote di rinforzo degli operatori di PS durante la stagione estiva nel suo periodo di maggior affluenza ovvero nel periodo più centrale della stagione
  3. un maggior investimento pubblico da parte del Comune riguardo il numero di operatori di safety e security nelle ore notturne del periodo estivo, meglio coordinate con le FF.OO;
  4. Una maggior illuminazione delle diverse SLA distribuite lungo la costa alassina, ed un presidio di videosorveglianza atti a rendere più agevoli per le FFOO gli eventuali controlli notturni disincentivando così un utilizzo improprio delle spiagge libere;
  1. Una maggior sensibilità e attenzione verso il supermercato Carrefour durante le ore notturne attraverso l’installazione di una telecamera che possa monitorare l’uscita in particolare, area critica e spesso oggetto di discussioni accese;
  2. Al fine di evitarne una precauzionale chiusura come già accaduto in estati passate si chiederebbe di studiare la fattibilità di un presidio costante ed assiduo del molo di concerto tra al fine di evitare che nelle ore notturne vi stazionino e degenerino, gruppetti di giovani che spesso provocano risse e aggressioni;
  3. La costituzione di un tavolo comunale di dialogo con le associazioni di categoria presenti sul territorio, specificatamente riguardo al tema della sicurezza, che possa incontrarsi almeno due volte l’anno per dare un contributo preventivo in primavera e consuntivo alla fine dell’estate;
  4. Un controllo congiunto e coordinato delle spiagge in risposta al fenomeno annoso della vendita di merce di vario genere e soprattutto contraffatta, soprattutto nel periodo estivo valorizzando e capitalizzando il notevole ed encomiabile lavoro “in solitaria” della Polizia Locale di Alassio svolto in questi anni.

Si evidenzia infine che il Circolo Cittadino, in collaborazione con il Dipartimento Provinciale di Fratelli d’Italia per la Legalità e la Sicurezza, ha già inoltrato in data 3 aprile una PEC a “RFI rete ferroviaria italiana” con formale richiesta di chiusura notturna della Stazione di Alassio. Ciò al fine di evitare indecorosi e soprattutto pericolosi assembramenti estivi e la stanzialità di soggetti dediti ad attività illecite, anche in considerazione di una tutela degli investimenti in corso per migliorare la struttura ferroviaria quali il restauro dei servizi pubblici, la creazione di un ascensore al binario 2 e 3, che probabilmente subirebbero, se non custoditi, immediati atti vandalici vari.

Il Circolo Fratelli d’Italia – Alassio e il Dipartimento in intestazione pongono per intrinseca vocazione politica, una particolare attenzione al tema della sicurezza e della lotta al degrado urbano, ritenendoli una colonna portante senza il quale una società si atrofizzerebbe nella paura e nell’indifferenza. I ripetuti episodi di violenza delle ultime estati hanno nuovamente riacceso campanelli di allarme che a nostro riguardo, necessitano di una risposta ancora più incisiva da parte delle istituzioni preposte.

Nella speranza che questa prossima estate 2024, già appesantita dalle tante incognite dei terribili scenari internazionali, possa dare almeno un po’ di ristoro nella splendida baia di Alassio, auguriamo al lettore d’indirizzo il più proficuo lavoro possibile”, concludono.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.