LOKKIOdiFlavioLenardon
Tendenza

Il burocrate di stato

L'indecisione alla base!

di Flavio Lenardon. Cosa differenzia uno statista da un burocrate? La decisione o il suo inverso l’indecisione. In alcuni casi è conveniente accusare qualcuno di qualcosa di astratto piuttosto che ammettere la propria incapacità di agire o di decidere, o ancora la propria incapacità di vedere le cose come realmente sono. Spostare l’obiettivo dalle proprie mancanze o carenze è il metodo utilizzato dai manipolatori o dai burocrati che, capaci solo di attuare le direttive impartite non sono capaci di prendere decisioni autonome. 

Sono di norma miopi, avulsi dalla realtà ed egoriferiti, tanto da non avere idee proprie, tanto da riuscire ad avere idee solo sottraendole a terzi che le stanno narrando da tempo e facendole proprie, oppure ricevendole direttamente dall’alto senza replica. Il burocrate è quello che sta in ufficio (da bureau), un passacarte lontano dai problemi, schermato dai problemi, protetto contro essi, da montagne di carte con le quali sa dare giustificazione della propria ignavia in modo impeccabile, ovvero accusando qualcuno, qualunque qualcuno, di cose delle quali dovrebbe invece farsi carico prendendo una decisione.

 Le uniche volte in cui si prende la briga di prendere decisioni sono quelle avventate, quelle che “potevo anche tacere”, perché in fin dei conti ogni parola detta è sempre una zappa sui piedi. 

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.