Liguria

Il 26 ottobre aprirà il nuovo bando regionale a sostegno delle produzioni audiovisive nazionali e internazionali

“Il 26 ottobre aprirà il nuovo bando regionale a sostegno delle produzioni audiovisive nazionali e internazionali”. Ad annunciarlo è l’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, proponente della delibera approvata in Giunta che stanzia 1,5 milioni di euro per il nuovo strumento dedicato al settore, rientrante nell’azione 1.3.4 del PR FESR 2021-2027.

“L’audiovisivo è uno straordinario mezzo di valorizzazione del territorio, non soltanto dal punto di vista culturale e naturale, ma anche come acceleratore economico per le imprese delle filiere turistiche, creative, commerciali e artigianali, ben radicate in Liguria. In questi anni, in sinergia con la Genova Liguria Film Commission, ne abbiamo accompagnato la crescita e confidiamo presto di trovare una soluzione che possa permettere, attraverso la realizzazione di veri e propri studios, alle troupe televisive di girare integralmente le produzioni nella nostra regione – spiega l’assessore Benveduti – Con questo nuovo bando, in continuità con quanto fatto con la precedente programmazione Fesr, concediamo un’agevolazione che può raggiungere in alcuni casi i 200 mila euro a fondo perduto (a copertura del 60% dell’investimento). Un impegno importante che conferma la nostra attenzione nell’attrarre in Liguria produzioni importanti, come avvenuto in passato con Blanca, Petra e Hotel Portofino, che portano la nostra regione al centro dei riflettori nazionali”.

Sono ammessi ad agevolazione i lungometraggi (almeno 52 minuti di durata) e le serie tv (durata superiore ai 90 minuti). La misura regionale consentirà alle imprese di accedere a contributi a fondo perduto a copertura massima del 60% per la produzione di opere audiovisive in Liguria da parte di imprese italiane, europee o extraeuropee destinate alla distribuzione nazionale e internazionale che realizzino almeno il 30% dei giorni di riprese sul territorio regionale o effettuino almeno il 20% della spesa preventivata sul territorio ligure.

“In questi giorni al MIA, Mercato internazionale dell’audiovisivo di Roma, abbiamo incontrato molte produzioni interessate a venire in Liguria a girare progetti di qualità nella nostra regione – dichiara Cristina Bolla, presidente Genova Liguria Film Commission – Il bando regionale dell’audiovisivo, non fa altro che accrescere la nostra attrattività, generando un interesse che porterà un ulteriore sviluppo economico sul nostro territorio, con grandi ricadute occupazionali dei professionisti liguri, sempre più inseriti in prodotti audiovisivi di livello nazionale ed internazionale. Dagli incontri B2B di questi giorni sono emerse nuove esigenze produttive che il nostro territorio sarà in grado di cogliere in modo eccellente”.

Le domande devono essere redatte esclusivamente online al sistema “Bandi on line” di Filse, dal 26 ottobre al 15 novembre 2023. Sono ammissibili iniziative avviate a partire dal 1° gennaio 2023, purché non concluse alla data di presentazione della domanda.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.