Eventi
Tendenza

I Lions di Loano ed Alassio insieme per la Banca degli Occhi

Sosterranno una raccolta fondi

di Claudio Almanzi. Loano. Domani sarà una giornata di festa per gli appassionati di motori ed in particolare di Auto d’Epoca. Con generosità infatti i Lions Club di Loano Doria e di Alassio Baia del Sole hanno organizzato a Loano il secondo “Raduno di auto d’epoca e non solo” per raccogliere fondi a favore della Fondazione Banca degli Occhi Lions Melvin Jones. L’evento ha avuto il patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano e del Comune di Alassio. I partecipanti si ritroveranno alle 8 e 30 in piazza Italia per le operazioni di registrazione. Le vetture sosteranno per essere ammirate davanti a Palazzo Doria, sede del municipio. Alle 10 e 30 la carovana partirà per un giro in Riviera che si concluderà ad Alassio. Qui le auto, dopo un giro per la città, sosteranno nel piazzale antistante il Comune mentre i piloti si concederanno un aperitivo. Alle 12 gli equipaggi ripartiranno in direzione Albenga per il pranzo al ristorante Essaouira: qui verrà effettuata l’estrazione di un giro in barca a vela e di altri premi minori. L’iscrizione al raduno ha un costo di 45 euro. Tutto il ricavato della giornata verrà devoluto alla Fondazione Banca degli Occhi Lions Melvin Jones.

La Fondazione Banca degli Occhi Lions Melvin Jones è un Ente del Terzo Settore impegnato nel ripristino e preservazione della vista. Si occupa del prelievo, della valutazione, della conservazione e della distribuzione di cornee umane a scopo di trapianto terapeutico, garantendone la qualità e la sicurezza. Dall’inizio della propria attività ad oggi ha contribuito a ridare la vista a oltre tremila persone che hanno sofferto di cecità corneale a causa di malattia o infortunio. “La Fondazione – spiegano in segreteria- si propone di promuovere, sviluppare ed organizzare le attività di prelievo ed innesto del tessuto corneale, in linea con le previsioni legislative vigenti mediante anche intese tecnico-scientifiche con altri enti o istituti; migliorare la qualità di vita di chi è affetto da patologie corneali che compromettono la visione; sensibilizzare l’opinione pubblica sull’alto valore morale e sociale dell’atto di donazione delle cornee affinchè possa essere una scelta consapevole; promuovere la ricerca e gli studi nel campo della chirurgia corneale, attraverso il Comitato Scientifico della Fondazione, docenti universitari della Clinica Oculistica dell’Università di Genova; aumentare il numero delle donazioni e diminuire la lista d’attesa; promuovere la ricerca e le iniziative per la prevenzione dei problemi della vista; poter disporre di una cornea subito in caso di necessità”.

Il trapianto di cornea è un intervento di microchirurgia oculare che consiste nel sostituire una porzione di cornea malata con una sana di uguale misura prelevata da un donatore. “La percentuale di successo del trapianto – spiegano ancora alla Banca degli Occhi- supera il 90% per le patologie più comuni, grazie al controllo di qualità sulle cornee prelevate effettuato dalle Banche degli Occhi, alle attuali tecniche chirurgiche e all’assenza di vasi nella cornea per cui è meno soggetta ai fenomeni di rigetto”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.