Savona
Tendenza

I controlli della guardia costiera proseguono anche con salvataggi di bagnanti in difficoltà

Continua l’attività di controllo da parte dei militari della Guardia Costiera savonese nell’ambito dell’Operazione “Mare Sicuro” al fine di garantire la tutela e la sicurezza in mare e sulle spiagge del litorale di giurisdizione. Nel corso della settimana scorsa, i militari della Capitaneria di porto di Savona,  hanno effettuato delle verifiche circa il rispetto della normativa in materia di sicurezza degli apprestamenti di salvataggio balneari (presenza nella postazione dei bagnini di salvataggio abilitati, idoneità dei mezzi di salvataggio, delle dotazioni di sicurezza e presenza delle bandiere di sicurezza). In tale contesto sono stati controllati alcuni  concessionari di stabilimenti balneari ubicati nei comuni di Vado Ligure, Spotorno, Pietra Ligure e Borgio Verezzi senza accertare violazioni amministrative in tema di inosservanza delle norme inerenti l’Ordinanza di sicurezza balneare. In mare i mezzi navali della Guardia Costiera di Savona hanno pattugliato costantemente il litorale di giurisdizione, verificando il rispetto da parte dei diportisti delle norme sulla sicurezza della navigazione. Anche in questo caso non sono state riscontrate violazioni.

Nella giornata di domenica la dipendente motovedetta CP S.A.R. 864 è intervenuta, nel comune di Noli, congiuntamente al personale dei Vigili del fuoco, nel recupero e salvataggio di un bagnante che, a causa del repentino cambiamento delle condizioni meteo marine in atto, non era riuscito a rientrare autonomamente nella vicina spiaggia di Noli e si era rifugiato su una scogliera a picco. Il bagnante in pericolo è stato individuato e poi recuperato dall’elicottero dei Vigili del fuoco decollato da Genova. La Sala Operativa della Guardia Costiera – Capitaneria di porto –  di Savona che ha coordinato le operazioni di soccorso, aveva ricevuto  inizialmente la segnalazione che in difficoltà erano anche ulteriori sette bagnanti. La Motovedetta CP 864 ed il personale a terra perlustrando attentamente la zona hanno individuato che gli ulteriori bagnanti, oggetto della segnalazione,  erano riusciti autonomamente a raggiungere  la riva nonostante il mare mosso.

Si ricorda che per ogni informazione inerente i compiti istituzionali delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera è possibile visitare il sito www.guardiacostiera.it e che, per segnalare le emergenze in mare, è attivo 24 ore su 24 il numero blu 1530, raggiungibile sia da telefonia fissa che mobile e che permette di mettersi in collegamento con l’ufficio della Guardia Costiera più vicino.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.