Eventi
Tendenza

Grandi eventi a Laigueglia, si comincia col concerto dell’orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova

giovedì 30 maggio alle 21 nella chiesa di San Matteo con il concerto, ad ingresso libero, dell'orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova diretta dal Maestro Alessandro Cadario.

Musica, arte, storia e letteratura. Un fine settimana denso di eventi quello che chiude il mese di maggio organizzati dal Comune di Laigueglia, dalla parrocchia di San Matteo, dalla “Associazione Vecchia Laigueglia” e da enti privati.  Il ricco programma inizierà giovedì 30 maggio alle 21 nella chiesa di San Matteo con il concerto, ad ingresso libero, dell’orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova diretta dal Maestro Alessandro Cadario. Il programma prevede un repertorio intitolato “Virtuosi” con musiche di Donizetti, Rossini, Haydn, Martucci e Petrassi. Si prosegue venerdì 31 maggio con tre diversi eventi: alle 17 è prevista l’inaugurazione dell’installazione architetturale denominata  “Antologia di cio’ che resta” nel nuovo spazio espositivo denominato Stanza Rada in Vico Beniamino, che restera’ visitabile fino al 2 giugno; alle 18 in biblioteca la presentazione del libro dello scrittore e saggista Gianni Oliva “45 milioni di antifascisti”, dialogheranno con l’autore Daniele La Corte e Giacinto Buscaglia; la maratona culturale si concluderà alle 21 nel salone delle Opere Parrocchiali con la serata conclusiva del progetto “Onda su Onda”, con la presentazione dei risultati finali del progetto, le ricadute sul paese e i risultato della ricerca sui cartelami in Italia, Francia, Corsica, e Spagna, che ha portato a definire laigueglia come “Capitale europea dei Cartelami”, ospitando il più  grande e meglio conservato dei 115 studiati dalla ricerca, saranno presenti in qualità di relatori Alessandro Chirivì, consigliere delegato alla cultura, Marco Manzitti, coordinatore del progetto, Giacinto Buscaglia, presidente della “Associazione Vecchia Laigueglia”, don Danilo Galliani, arciprete della Parrocchia di San Matteo, don Emanuele Caccia, referente artistico di Formae Lucis (Diocesi di Albenga e Imperia), Franco Boggero, storico dell’arte, Paola Martini, conservatore del Museo Diocesano di Genova, Felice Schivo, storico locale e Samantha Niedojadlo, ricercatrice.  Così introduce la serie di eventi Alessandro Chirivì,  delegato alla cultura e al calendario delle manifestazioni del Comune di Laigueglia: «Questo ultima settimana del mese, che terminerà con la Festa della Repubblica il 2 giugno, sarà dedicata ad appuntamenti culturali di alto profilo, una sorta di Maggio Laigueglino, che ispirandosi alla ben più celebre rassegna fiorentina, darà palcoscenico ad una pluralità di arti, dalla musica, alla pittura, alla fotografia, al teatro, alle arti figurative, alla letteratura, all’analisi critica della storia, tutte discipline che possono trovare in Laigueglia un terreno fertile per incontrarsi, confrontarsi ed esibirsi, a vantaggio dell’intrattenimento e dell’arricchimento spirituale di cittadini, ospiti e turisti; e chissà che il “Maggio Laigueglino”  non possa svilupparsi e diventare un contenitore culturale primaverile di sempre maggiore pregio ed attrattività per la destagionalizzazione dell’offerta turistica».

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.