Sport
Tendenza

Grande attesa per il Giro d’ Italia ad Andora

Pogacar e Van Aert i favoriti

di Claudio Almanzi. Andora. Gli appassionati di ciclismo della Riviera di Ponente fremono: c’è grande attesa fra gli amanti delle due ruote per l’arrivo ad Andora di una tappa del prossimo Giro ciclistico d’Italia, che ritorna in Liguria, dopo ben otto anni di assenza, il 7 maggio, in occasione della quarta frazione la Acqui Terme- Andora. Tutta la provincia verrà vista da un vasto pubblico: il passaggio nel nostro territorio verrà infatti ripreso integralmente in Mondovisione. Si tratta dunque di una occasione straordinaria per tanti comuni che potranno esibire le bellezze del proprio territorio e sarà un grande spot per la Riviera ed in particolare per Andora.  La tappa sarà di complessivi 190 chilometri, dei quali ben 150 saranno quelli percorsi nella nostra provincia. Insieme al Giro ciclistico transiterà anche quello E-bike unica manifestazione del suo genere a livello mondiale che vedrà impegnati tanti ex campioni del ciclismo, fra cui Davide Cassani e Claudio Chiappucci. Il Giro-E si svolge nei giorni e sulle strade del Giro, è anch’esso organizzato da RCS Sport ed inserito come evento cicloturistico nel calendario della Federazione Ciclistica Italiana. Grazie all’utilizzo delle e-bike, che consentono a ciclisti normalmente allenati di affrontare le salite di solito riservate ai campioni, l’evento fa vivere a tutti gli amanti della bicicletta l’esperienza della Corsa Rosa, di cui ricalca quasi completamente il percorso. A cambiare sono solo le località di partenza ed il chilometraggio delle tappe che è minore. 

Dopo la partenza da Acqui la corsa rosa raggiungerà la Valbormida, quindi i ciclisti affronteranno la salita del Melogno, transiteranno da Pian dei Corsi, Carcare, Mallare, Altare e scenderanno a Savona percorrendo la provinciale 29. Nel capoluogo della Provincia il gruppo (22 squadre, 176 corridori di trenta nazioni) attraversata via Paleocapa e salutata La Torretta, girerà verso la Riviera e percorrerà tutta l’ Aurelia fino ad Andora.

Tadej Pogacar sarà il grande favorito di questa edizione: sarà sostenuto dallo squadrone della UAE Team Emirates che schiererà fra gli altri Majka, Molano ed Oliveira. Come Pogacar anche l’altro grande favorito Vout Van Aert, è alla sua prima partecipazione al Giro. Van Aert (Visma), che si è infortunato proprio ieri nel corso della classica belga Attraverso le Fiandre, fra i gregari di lusso avrà Affini, Gesink e Kelderman. Altri favoriti sono Geraint Thomas (secondo lo scorso anno) e Nairo Quintana (già vincitore nel 2014). Le speranze italiane sono riposte in Damiano Caruso (già secondo nel 2021), Giulio Ciccone, Domenico Pozzovivo e nei giovani Tiberi, Scaroni, Conci, Zana e Piganzoli. Per i successi di tappa speriamo molto in Jonathan Milan (che lo scorso anno ha vinto una frazione e la maglia a punti).

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.