Liguria
Tendenza

FSR, dalla Regione investimenti per oltre 14,5 milioni in tutta la Liguria

Via libera alla seconda tranche di investimenti del Fondo Strategico Regionale 2023, che prevede circa 14,5 milioni di euro da impiegare su tutto il territorio regionale. Vari gli interventi previsti, che riguarderanno cultura, edilizia scolastica, edilizia residenziale pubblica (Erp) e rigenerazione urbana, sport, università, entroterra e infrastrutture.
“Con queste risorse del Fondo Strategico Regionale 2023 andiamo ad investire su alcuni dei settori più importanti nella vita dei cittadini e degli enti locali – commenta il presidente della Regione Liguria e assessore alla Cultura Giovanni Toti – Ad esempio, oltre 7 milioni per la rigenerazione urbana e l’edilizia sia scolastica che residenziale pubblica, oltre un milione di euro per potenziare l’accessibilità e la viabilità nel nostro entroterra, più di 2 milioni e 700mila euro per le infrastrutture sportive e per gli alloggi per studenti universitari: tutti investimenti necessari e strategici per il territorio, che permetteranno la realizzazione di opere molto attese. Come assessore alla Cultura, inoltre, voglio sottolineare l’impegno che la Regione sta portando avanti per sostenere i nostri teatri. In particolare, abbiamo dato il via libera a investimenti per oltre 3 milioni e 600mila euro, che permetteranno non solo la realizzazione di rilevanti interventi di restauro e messa in sicurezza ma anche il sostegno alla produzione, in modo da stare al fianco di creatività ed espressione artistica”.
CULTURA
La seconda tranche del Fondo strategico regionale 2023 prevede lo stanziamento di 3 milioni e 680mila euro. Nel dettaglio, un milione di euro per la riqualificazione dei teatri di Sant’Agostino a Genova; un milione di euro per il Teatro Civico della Spezia; 980mila euro andranno a finanziare gli interventi di completamento e riqualificazione del Teatro Cavour in Imperia; 700mila saranno investiti nel supporto delle produzioni del Carlo Felice e Teatro della Gioventù di Genova.
EDILIZIA SCOLASTICA, ERP, RIGENERAZIONE URBANA E TERRITORIO
Per quanto riguarda edilizia scolastica, Erp e rigenerazione urbana verranno investiti oltre sette milioni di euro. Sul fronte dell’edilizia scolastica, attenzione all’entroterra con due interventi specifici su quattro finanziati, oltre 740mila euro sono stati stanziati per il completamento del complesso scolastico Masone, mentre 445mila andranno alla scuola secondaria di I grado “Anton Da Noli”. 71mila euro sono investiti per l’adeguamento del plesso “Cappellini Sauro” della Spezia, mentre 297mila serviranno per il completamento del nuovo plesso di Pontedassio. Nel campo della rigenerazione urbana, un milione e 492mila euro sono stati stanziati per la riqualificazione della copertura del nuovo Mercato dei Fiori di Sanremo, che diventerà uno spazio polifunzionale; sempre a Sanremo, 475mila euro serviranno a riqualificare le aree sud est, Foce e piazza Colombo. A Genova, 500mila euro serviranno per recuperare i locali al piano terra dell’edificio in via Sertoli, che diventerà uno spazio dedicato a iniziative socioeducative. Sul fronte dell’edilizia pubblica, 1 milione e 200mila euro vanno ad Arte Genova per il recupero di 45 alloggi, 600mila ad Arte Savona per il recupero e l’adeguamento di locali sfitti, 450mila ad Arte Imperia per il rifacimento della copertura di alcuni edifici Erp. Sempre ad Arte Imperia andranno 150mila euro per il recupero degli alloggi sfitti, mentre 600mila andranno ad Arte La Spezia.
“Attraverso gli assessorati che rappresento andremo a finanziare lavori tanto attesi quanto importanti su tutta la Liguria, interventi che interesseranno da vicino centinaia di cittadini migliorandone sensibilmente la qualità di vita e recuperando, al contempo, aree inutilizzate o bisognose di essere riqualificate – dichiara l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola -. Per l’edilizia scolastica interverremo su quattro scuole con opere di completamento e adeguamento fondamentali per garantire la miglior formazione possibile ai nostri giovani, investendo in totale oltre 1,5 milioni di euro. Su questo tema siamo inoltre in continuo contatto con il Ministero per avere ulteriori risorse che ci consentano di potenziare ancora le infrastrutture scolastiche liguri. Sull’edilizia residenziale pubblica porteremo avanti sei interventi per 3,5 milioni di euro recuperando alloggi, spazi socioeducativi, eliminando l’amianto e rifacendo coperture per aiutare così tutte le Arte che operano quotidianamente in maniera proficua nelle province di Imperia, Savona, Genova e La Spezia. Faremo inoltre due interventi di rigenerazione urbana, per circa 2 milioni di euro, di cui uno riguarderà il Mercato dei Fiori di Sanremo, tra le strutture più utilizzate e funzionali del ponente ligure, che, grazie al fondo strategico regionale, avrà una nuova copertura. La riqualificazione del territorio ormai da alcuni anni, grazie al presidente Giovanni Toti, è diventata centrale e strategica nelle politiche regionali. Ogni anno finanziamo opere pubbliche, dalle più piccole alle più grandi, con attenzione alla costa, e un occhio particolare all’entroterra, dove abbiamo già realizzato più di cinquanta interventi in due anni”.
SPORT E UNIVERSITA’
Per quanto riguarda l’impiantistica sportiva sono stati approvati interventi a Rapallo, Casarza, Lavagna e Cicagna. Nel dettaglio, sono previsti contributi regionali di 1,6 milioni di euro per le opere di consolidamento strutturale, adeguamento impiantistico ed efficientamento energetico del centro natatorio comunale di Rapallo in località Poggiolino, 490mila euro per la riqualificazione e l’ammodernamento dell’impianto sportivo in via San Giovanni a Casarza con il rifacimento del manto sintetico e la copertura della gradinata principale e 42mila euro per l’abbattimento delle barriere architettoniche e la messa a norma delle tribune dell’impianto sportivo Riboli a Lavagna. Al Comune di Cicagna sono stati assegnati circa 11mila euro, attingendo dal fondo rotativo, per finanziare la progettazione esecutiva dell’intervento di sostituzione del manto erboso del campo sportivo Roberto Piombo e la realizzazione del sistema di irrigazione e drenaggio. Relativamente all’housing universitario, invece, sono stati stanziati ulteriori 672mila euro per i lavori che garantiranno l’insediamento di 309 nuovi posti alloggio universitari all’interno della ex Clinica Chirurgica San Martino a Genova.
“Attraverso questi interventi Regione Liguria ribadisce con i fatti l’assoluta necessità di sostenere lo sport e il diritto allo studio – dichiara l’assessore regionale allo Sport e all’Università Simona Ferro. – Con l’approvazione dei progetti di Rapallo, Casarza e Lavagna sono già sette gli impianti sportivi finanziati sui quindici previsti dal piano triennale, mentre il finanziamento concesso al Comune di Cicagna per consentire la progettazione esecutiva dei lavori sottolinea le grandi possibilità offerte dal fondo rotativo, uno strumento che sostiene concretamente i Comuni con difficoltà a presentare in autonomia un progetto per l’assegnazione dei fondi. Il cofinanziamento per i lavori all’ex Clinica Chirurgica del San Martino a Genova, infine, è una risposta efficace al crescente fabbisogno di alloggi universitari da parte di tanti studenti capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi e fuori sede”.
ENTROTERRA
Importanti anche gli investimenti per lo sviluppo dell’entroterra nella provincia di Imperia con la messa in sicurezza di strade e marciapiedi, la realizzazione di un parcheggio seminterrato, la valorizzazione di un sentiero escursionistico e la messa in sicurezza di tratti a rischio idrogeologico finanziati con circa 1 milione di euro. Nel dettaglio, 202mila euro andranno a finanziare i lavori di messa in sicurezza della strada via Trinità, in corrispondenza del bivio con la SP36, nel comune di Diano San Pietro; 344mila andranno alla realizzazione di un parcheggio seminterrato a Pontedassio. Oltre 89mila euro serviranno per la riqualificazione e messa in sicurezza dell’antica strada di accesso al centro storico di Castelvittorio, detta “Munta”, con la valorizzazione come percorso escursionistico. 130mila euro andranno alla messa in sicurezza idrogeologica di alcuni tratti di via Annunziata a San Biagio della cima, mentre 230mila serviranno per cofinanziare la riqualificazione dei all’ingresso del centro storico di Dolceacqua.
“Si tratta di risorse fondamentali per dare risposte concrete ai nostri sindaci, alle categorie produttive, ai residenti e ai turisti – dichiara il vice presidente della Regione Liguria con delega allo Sviluppo dell’entroterra, all’escursionismo e tempo Libero, al marketing Territoriale Alessandro Piana – Si tratta della messa in sicurezza della strada comunale Via Trinità a Diano San Pietro, della realizzazione di un parcheggio seminterrato in via Torino a Pontedassio, della manutenzione della strada detta Munta e del percorso escursionistico di Castelvittorio, del ripristino di tratti a rischio idrogeologico di via Annunziata a San Biagio della Cima e della realizzazione di marciapiedi all’ingresso del Comune di Dolceacqua collegandovi il centro storico”.

    Articoli Correlati

    Pulsante per tornare all'inizio

    Questo si chiuderà in 5 secondi

    Adblock rilevato

    Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.